|

Morgan e gli insulti alla “pecora ignorante sarda”

Marco Castoldi in arte Morgan finisce nei guai per gli insulti alla Sardegna e alla madre di una sua figlia, Jessica Mazzoli. Il cantante, come riprende il Corriere dalla Nuova Sardegna, avrebbe detto alla Mazzoli: «Non vengo a Olbia per non essere assediato dai Mamuthones”, ovvero le maschere tradizionali sarde. Morgan ha spero smentito tutto (trovate le sue parole in fondo all’articolo). Le parole sono finite nel tribunale di Tempio, dove è in discussione una causa perché l’ex compagna ventenne ha chiesto l’affidamento esclusivo della bambina:

«Si disinteressa non soltanto di me, ma anche della bimba. Al punto da non farsi vivo per mesi», ha spiegato la ragazza al presidente del Tribunale Gemma Cucca e ai giudici Riccardo Massera ed Elisabetta Carta. Già a maggio Jessica aveva denunciato tra le lacrime durante un programma tivù di aver «affrontato tutta la gravidanza da sola». E ancora: «Mi trattava male, diceva che sono una pecora ignorante sarda nata e vissuta in una topaia».

Tutte frasi che sono rimbalzate dai mass media ai social network, provocando il consueto tsunami di repliche. La smentita di Morgan:

In merito alle ultime dichiarazioni attribuitemi ci tengo a precisare che non ho mai detto, scritto, o anche solo pensato quelle cose. Non sta nè in cielo ne in terra. Sapete benissimo che sono una persona lontanissima da ogni forma di razzismo/fascismo/nazismo/squadrismo/militarismo/e qualsiasi altra forma di discriminazione o oppressione o coercizione tipiche del pensiero reazionario e di destra. Questo da un punto di vista politico-sociale. E poi faccio battute molto più divertenti, quando sfotto. Morgan