|

Key bumping: i ladri che aprono le porte senza scassinarle

‘Key bumping’, ovvero come aprire le porte delle abitazioni senza lasciare segni di effrazione.  I Carabinieri hanno arrestato 37 persone, tutti componenti di una banda di georgiani specializzati in furti in appartamenti a Roma e nell’hinterland romano. L’organizzazione criminale, responsabile di decine di colpi in appartamenti, era specializzata nel ‘key bumping’: la tecnica consente l’apertura delle porte con serratura europea senza lasciare tracce.

KEY BUMPING: LA RETATA – I carabinieri del Comando provinciale di Roma stanno anche effettuando decine di perquisizioni. L’indagine, prosecuzione di una precedente, aveva già portato nel marzo 2012 all’arresto di altre 14 persone. Complessivamente, dall’inizio dell’indagine, oltre alla notifica di 51 misure cautelari, i carabinieri hanno compiuto 54 arresti in flagranza di reato e recuperato un’ingente quantità di refurtiva: oro, pezzi d’argenteria pregiata, orologi, gioielli e pc portatili per un valore stimato di due milioni di euro, in gran parte già restituita ai derubati.

KEY BUMPING: IL PRECEDENTE – Anche a marzo 2012 una banda di ladri composta solo da georgiani e considerata responsabile di almeno 12 furti messi a segno in diverse zone della Capitale era finita in manette; arrestate dai carabinieri erano finite 14 persone, tra cui anche tre donne. La banda riusciva a entrare nelle case usando un passepartout, ovvero una chiave appositamente limata da inserire nella serratura e da utilizzare come tensore o attraverso chiavi a bussola per agganciare ed estrarre il cilindro dalla serratura. In manette, arrestate dai carabinieri, sono finite 14 persone, tra cui anche tre donne.

KEY BUMPING: IL VIDEO – Un video su Youtube spiega come funziona: