|

La vera storia del finale con bombardamento di Apocalypse Now

Il recentissimo passaggio televisivo del capolavoro di Francis Ford Coppola pare aver riportato alla memoria di molti uno degli aneddoti più famosi accaduti sul set del film. O meglio, al set del film che fu completamente di strutto durante un raid aereo ordinato dal governo delle Filippine.

apocalypse now finale distruzione set 2

 

LA STORIA DEL BOMBARDAMENTO DEL SET – Per le riprese del film, ambientato nella giungla cambogiana, Coppola scelse un’area della provincia di Laguna, sull’isola filippina di Luzon. Il set venne più volte distrutto dal passaggio di numerosi tifoni e, nel frattempo, i rapporti tra la troupe e il governo delle Filippine si fecero sempre più tesi, dal momento che nel paese era in atto la guerra civile tra i musulmani ribelli al regime del dittatore Ferdinand Marcos. Le autorità decisero quindi di cancellare ogni traccia delle riprese, bombardando il set durante un raid aereo notturno. Coppola filmò la scena da diverse angolazioni, e quella sequenza venne inserita come finale alternativo nella versione italiana, durante i titoli di coda, a rappresentare la distruzione del covo del colonnello Kurtz.

 

LEGGI ANCHE: World war Z: quando si amano gli zombie

 

FINALE ALTERNATIVO? – Più tardi Coppola dichiarerà di non aver mai pensato a questa scena come a un “finale alternativo”, tanto che per i titoli di coda aveva scelto un semplice sfondo nero.