|

I 46 stupri a piazza Tahrir. In un giorno

Una serie di violenze sessuali avvenute in piazza Tahrir hanno messo in ombra le proteste anti-governative in Egitto. Gli episodi più gravi si sono verificati a il Cairo in piazza Tahrir, la zona più calda delle proteste contro il presidente Mohamed Morsi. Domenica scorsa sono stato registrati 46 episodi di violenza sessuale, secondo quanto riportato da un gruppo di vigilantes che si occupano di proteggere le donne. Molti dei casi sono così gravi che le vittime hanno avuto bisogno sia di assistenza psicologica che medica. La notizia è stata riportata dal quotidiano Tages Anzeiger.

stupri piazza tahrir egitto 2

DONNE IN PERICOLO – Il giorno della protesta di massa in strada c’erano molte persone, anche famiglie con  i bambini che chiedevano le dimissioni di Morsi con fischi e canti. Nelle piazze c’era un’aria di festa. Tuttavia, al calar delle tenebre, per le donne può essere pericoloso girare da sole, soprattutto in piazza Tahrir. Una donna olandese di 22 anni non ha tenuto conto di questo fatto ed è stata stuprata da un gruppo di uomini due giorni prima della manifestazione di massa, secondo quanto riportano le autorità. I media olandesi hanno riferito che la donna stava lavorando come stagista per un’organizzazione egiziana e chi si trovava in piazza Tahrir per fare delle foto ai manifestanti. In seguito al terribile accaduto, la donna è stata riportata in Olanda

RIPETUTI CASI DI VIOLENZA – Essam al-Haddad, un consigliere del presidente Morsi, ha detto che questo caso di violenza è solo uno dei sette che sono stati segnalati venerdì in paizza Tahrir dagli attivisti per i diritti umani. Alcuni manifestanti hanno accusato il governo di ingigantire il numero degli episodi accaduti per gettare discredito sugli oppositori del governo. Ma le persone che si occupano di proteggere le donne in piazza descrivono tutta un’altra situazione: solo nella giornata di lunedì sarebbero stati registrati almeno 17 tentativi di stupro. Secondo un manifestante, il problema è ce in queste situazioni non vi è mai la presenza delle forze dell’ordine.

stupri piazza tahrir egitto 1

LE GIORNALISTE STRANIERE – Nel 2011 due giornaliste straniere sono state violentate sempre in piazza Tahrir, Infatti nel novembre 2011 la reporter di France 3 si trovava a Il Cairo per quando è stata assalita da un gruppo d iragazini di 14 anni che l’hanno aggredita e portata via dal cameraman. La donna è stata tratta in salvo grazie all’intervento di alcune persone che sono riuscite a trarre in salvo la donna solo dopo tre quarti d’ora. Anche Lara Logan, reporter della Cbs ha subito delle gravi violenze mentre stava svolgendo il proprio lavoro. Era l’11 febbraio del 2011 quando, il giorno in cui l’ex presidente Hosni Mubarak venne dimesso. A un certo punto la donna è stata circondata da un gruppo di 200 persone che l’hanno allonytanata dalla sua troupe e l’hanno sottoposta a ripetute violenze sessuali

 

Attenzione, i videeo nella pagina seguente potrebbero essere non indicati per persone troppo sensibili