Dolores Valandro chiede scusa al ministro Kyenge

di - 13/06/2013 - Dopo la frase sullo stupro

Dolores Valandro chiede scusa al ministro Kyenge

Dolores Valandro chiede scusa al ministro Cecile Kyenge dopo la frase sullo stupro. “E’ stata una battuta in un momento di rabbia, le chiedo scusa. Non e’ che io penso quando ho un momento di rabbia. E’ un mio modo di sfogarmi. Sotto sotto sono piu’ dolce e piu’ buona del pane”, spiega in un’intervista a Radio Capital. E aggiunge: “Io non sono un tipo violento. Se uno mi mena, io me le prendo. Sono una che abbaia, ma non morde”, dice la consigliera padovana che si occupa di sanita’ e politiche giovanili. A chi le fa notare che sugli immigrati la Lega esagera, Valandro spiega: “Bisogna viverla. Passiamo sempre per razzisti, ma non e’ vero. Io nella sede cittadina di Padova ho accolto addirittura persone del Congo. Non e’ questione di razzismo. E’ questione che se uno arriva deve rispettare un attimo le regole”.

17 Commenti

  1. Paolo scrive:

    Ma va da via i ciap! Ops! chiedo scusa, avevo disconnesso per un attimo il cervello.

  2. Guido scrive:

    Perchè nessuno impicca ad un albero Dolores Valandro.
    Mi piacerebbe vederla penzolare insieme a Bossi, Maroni e lo psicodittatore, Grillo.

    • grillino scrive:

      puoi dire tutto di tutti i politici…ma come ti permetti a dire grillo psicodittatore? AhahahA Si capisce amico guardi troppo tg5 porta a porta e pomeriggio 5….Vergognati a dire ste cose perché Beppe e l’unico che può salvare l’italia! Prima di dire certe STRONzate pensaci 1000 volte! Un saluto dalla gente onestà che vuole mandare a casa i politici come te

    • ilol'd scrive:

      la prossima volta che ti scappa un commento, aspetta almeno che i due neuroni che hai in testa finiscano la partita di djenga.

  3. diego scrive:

    perchè invece qualcuno non violenta lei?

  4. VALENTINA T scrive:

    Quoto il commento di Aversa Valentina da twitter.
    La rabbia non e’ una giustificazione…

  5. gianca scrive:

    Ma una Amministratrice – che si occupa fra l’altro di sanita’ e politiche giovanili- non dovrebbe essere un po’ piu’ equilibrata? Purtroppo a chi l’ha votata andra’ bene cosi.

  6. Beth Alexander scrive:

    Dolores Valandro è veramente frustrata e gelosa. Si lascia perdere la gente ignorante purtroppo lei è una donna mi dispiace per lei che tristezza!!!. Spero che alcune donne Italiane imparano come comportano le donne Inglese. We’re civilised!!!uhuuu!!!

    • Sicuramente ,non prenderemo esempio da lei , non capendo che nella sua frase ci sta un riferimento al razzismo etnico . Da italiana che può darle ripetizioni se dovesse servire, le consiglio di farla durare di più la pausa del thè ,eviterebbe di scrivere su argomenti che non ne ha minimamente ne la prontezza e ne l’abilità per poter intavolare una discussione , bye bye.

    • ilol'd scrive:

      si certo beth… sopratutto il venerdì sera.
      Ti rispondo alla Sordi: quando i miei avi costruivano, strade, ponti, acquedotti, i tuoi si pitturavano ancora la faccia di blu”. Tiè beccate questa david niven.

  7. rosario equizzi (Capaci - Palermo) scrive:

    Complimenti alla Lega che ha deciso di espellerla. Peccato! 30 anni fa
    cpm quegli occhi azzurri, sarà stata una bellla ragazza, a rischio lei
    di subire quello che ha augurato alla Keyenge. E poi, perchè, per quale
    motivo? Desideri repressi?? Certo solo una strega può emettere
    espressioni simili. Faccia lei. Sicuramente l’inesorabile erosione del
    tempo, ha prodotto nel suo viso fattezze che dimostrano tutta la sua
    cattiveria. Una donna del genere non è degna di far parte di qualsiasi
    partito, nè di scaldare una poltrona del parlamento.
    rosarioequizzi@hotmail.it N.B. non è voglia di esibizionismo, ma solo la
    serenità di potere esprimere le mie opinioni e ricevere messaggi di
    qualsiasi genere (spero educati come il mio)
    P.S.: Poichè mi riesce impossibile accedere al vostro blog di commenti, nonostante i dati siano esatti, vi prego di farlo voi. Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie