Elio insegna ad usare “parole che sembrano bestemmie ma non lo sono”

La bestemmia di Berlusconi; chi in questi giorni non ha sentito o letto polemiche sulla parola usata dal Premier alla fine della suo storiella? Se lo avesse saputo prima Silvio, non avrebbe avuto tanti guai: come fare a “non urtare la sensibilità dell’elettore cattolico così importante in questa fase di cambiamento?” raccontando barzellette estreme senza bestemmiare? Semplice. Con la classifica di Elio e le Storie Tese che con la grande ironia che li caratterizza mettono la parola fine sui fiumi di inchiostro scritti sulla vicenda. Esilarante.