|

“Beppe Grillo non vuole uscire dall’euro”

E ora che si fa? Beppe Grillo, secondo il suo consigliere economico, non vuole in realtà uscire dall’euro né l’ha mai pensato. Una bella botta nei confronti di chi invece ha sposato la causa del Semplice Portavoce genovese convinto che il MoVimento 5 Stelle proponesse qualcosa del genere. Ma Mauro Gallegati, professore ad Ancona e collaboratore del MIT, intervistato da Stefano Feltri sul Fatto spiega, e su Loretta Napoleoni dice: “Non so se è coinvolta nel programma”. Sulla moneta unica Gallegati dice:

Dunque bisogna uscire dall’euro, come lascia intendere Grillo?
Non ho capito come si è diffusa questa idea. Anche oggi in mensa mi chiedevano “Ma perché volete uscire dall’euro?”. Uscire dall’euro vuol dire impoverire la nazione di almeno il 30 per cento da un giorno all’altro. L’Economist ha smesso di pubblicate i dati sull’Argentina: si sono accorti che sono taroccati. L’inflazione è molto più alta di quello che dicono, l’attivo della bilancia dei pagamenti è inesistente se non negativo. Svalutare non è una cosa semplice.
Quindi Grillo non vuole portare l’Italia fuori dall’euro?
Non gli ho mai sentito dire una cosa simile. La sua posizione è più del tipo: “Invece che calare tutto dall’alto, meglio farlo maturare dal basso”.
In che modo?
Guardiamo l’Italia. Quando si è unita il Sud aveva produttività bassisma, il Nord elevata. La stessa differenza che c’è oggi in Europa tra i Pigs e i Paesi del Nord. Perché da noi questo squilibrio ha retto per 150 anni e in Europa non regge per 12? L’Italia è un Paese politicamente unito, l’Europa un’accozzaglia. Bisognerebbe prima unificare la politica, poi l’economia.
Ma c’è qualcuno tra i neoeletti a Cinque stelle che padroneggia questi temi?
Se devo dire la verità no. O magari c’è e io non lo conosco. Fa tenerezza leggere quello che scrivono sulle bacheche di Facebook. Per questo con alcuni colleghi della Columbia e della Cattolica stiamo preparando dei seminari di economia per i parlamentari del Movimento. Stiamo facendo un salto nel buio. Ma non abbiamo alternative.