|

Il mattatoio dell’orrore

Torturavano i cavalli poco prima di ucciderli: due dipendenti del mattatoio di Nantwich, in Inghilterra, sono stati travolti dallo scandalo e licenziati dopo che alcune telecamere nascoste li hanno immortalati mentre davano sfogo a tutta la propria crudeltà sui cavalli destinati al macello.

Guarda le foto (Attenzione: potrebbero urtare la vostra sensibilità)

MATTATOIO DELL’ORRORE – Gli animali, racconta il Mirror, venivano brutalmente colpiti con delle spranghe di ferro e rinchiusi in minuscole celle per poi andare incontro al loro destino, appesi a un gancio e aspettando il dissanguamento. Secondo il Welfare of Animals Act inglese, nei mattatoi è proibito uccidere un cavallo davanti a un altro cavallo, perché questo causa stress, rendendo più dolorosa l’agonia dell’animale. Oltretutto, secondo i filmati raccolti, i cavalli feriti o malati venivano fatti soffrire anche per una notte intera, invece di essere abbattuti il prima possibile.

LICENZA REVOCATA – La  Food Standards Agency ha annunciato di aver revocato la licenza dei due operatori del macello: “Non potranno mai più fare questo lavoro – ha detto Craig Kirby della FSA – Stiamo inoltre cercando nuovi indizi per capire se è possibile sporgere denuncia”.