|

Le compagnie aeree più pericolose del mondo

L’aereo è il mezzo di trasporto più sicuro al mondo, ma se volete volare senza troppi turbamenti meglio scegliere compagnie europee od americane. Secondo la classifica di un centro studi che valuta la sicurezza dei velivoli, le compagnie caratterizzate dai maggiori incidenti provengono dall’Asia e dal Sud America.

 

LEGGI ANCHE: Los Roques: tutte le strane teorie sull’aereo scomparso

 

VALUTAZIONE ANNUALE – Una volta ogni anno l’agenzia di statistiche per la sicurezza del trasporto aereo JACDAC effettua uno studio per la rivista specializzata Aero International, nella quale vengono classificate le 60 maggiori compagnie mondiali secondo i loro risultati nel campo della sicurezza. Questa valutazione viene determinate dal numero degli incidenti per chilometro volato, pesato per la gravità dell’accaduto e per i fattori nazionali. Gli incidenti considerati sono quelli occorsi negli ultimi 30 anni, così che molte compagnie si trovano in classifica nonostante da molti anni non capiti più nessun problema. In questo senso il progresso appare costante, come rimarcano gli esperti del JACDAC. Il 2012 è stato l’anno migliore dal punto di vista della sicurezza aerea, ed è questa la bella notizia desumibile dalla loro graduatoria. Il problema invece che si è riscontrato più spesso nel 2012 ha invece riguardato le turbine dei velivoli, che hanno garantito qualche secondo di terrore ai malcapitati passeggeri.

PODIO  DEL TERRORE – Nella classifica del centro studi  JACDAC il primo, e poco ambito, posto spetta a China Airlines, compagnia di Taiwan. Sotto l’egida di China Airlines sono morte 264 persone, le ultime dei quali ormai cinque anni fa. Numeri che, come nota Handelsblatt, trasmettono un segnale poco rassicurante a chi vorrebbe volare con questi aerei. TAM Airlines, compagnia brasiliana, è sprofondata nella graduatoria della sicurezza nel 2007. Ora occupa il secondo posto per velivoli più pericolosi, una posizione da podio conquistata con il tragico incidente del 2007. Allora un Airbus A320 della TAM colpì un edificio dell’aeroporto di San Paolo, esplodendo successivamente e così causando circa 200 morti. L’ultima piazza del podio del terrore spetta a Air India, che nel 2011 non fu più accolta nella Star Alliance guidata da Lufthansa. La compagnia indiana è nota per le sue difficoltà economiche, e l’ultimo incidente che ha coinvolto un suo velivolo si è verificato tre anni fa.

 

LEGGI ANCHE: L’aereo scomparso a Los Roques: la bufala delle eliche in avaria

 

EUROPA PIU’ SICURA – Al quarto e quinto posto chiudono questa ideale Top Five del terrore aereo due compagnie ancora una volta sudamericana ed asiatica. La quarta più insicura è la brasiliana  GOL Transportes Aéreos, fondata nel 2000 e vittima di un gravissime incidente nel 2006, dove morirono tutti i 154 passeggeri. La quinta piazza spetta invece a Korean Airlines, che ha registrato ben nove incidenti negli ultimi 30 anni. Un numero piuttosto consistente, che però si è praticamente interrotto nell’ultimo decennio.  Nella Top 10 invece c’è una compagnia americana, che chiude proprio al decimo posto tra le più insicure – la SkyWest Airlines – ma mancano aziende di provenienza europea. Una buona notizia da un’area che in questo momento inquieta il mondo per i pericoli, economici, che provoca al resto del globo. La peggior compagnia della Ue presente nella classifica di JACDAC  è la svedese SAS Scandinavian Airlines. Nel 2007 su verificarono ben tre guasti ai suoi  Bombardier Aerospace Q400, che provocarono l’uscita dalla flotta di questi velivoli. Da allora situazione tranquilla, per la felicità dei passeggeri scandinavi. Tra le peggiori 20 c’è in diciannovesima posizione Air France, che paga ancora il tragico incidente del 2009, quando morirono più di 200 persone in un volo da Rio verso Parigi. Alitalia si trova invece al ventiduesimo posto, poco dopo il suo probabile acquirente transalpino. La palma di compagnia più sicura del mondo spetta invece a FinnAir.

Edit: da Tam Airlines riceviamo e pubblichiamo:

TAM Airlines, compagnia aerea leader nel mercato Brasiliano, in relazione all’articolo apparso in data 9 gennaio, dal titolo “Le compagnie aeree più pericolose del mondo”, informa che, fermo restando l’assoluta priorità di fornire un trasporto sicuro, si attiene severamente alle norme delle Autorità Brasiliane e Internazionali, come per esempio FAA – Amministrazione Federale dell’Aviazione (Autorità Aereonautica degli Stati Uniti) e EASA – Agenzia Europea della Sicurezza Aerea ( Autorità Aereonautica dell’Unione Europea). In quanto compagnia aerea internazionale, TAM è membro dello IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo), della Fondazione Volo Sicuro e del Comitato Britannico del Volo Sicuro (UKFSC), oltre ad essere vice presidente del Gruppo del Comitato Regionale (RCG) nel Sud America e nei Caraibi, un gruppo appartenente allo IATA. Nel Gennaio 2012 TAM ha ottenuto nuovamente la certificazione da parte dello IOSA (Revisione IATA della Sicurezza Operativa). La compagnia ha la certificazione IOSA dal gennaio 2007, che è stata approvata dallo IATA nel 2008. IOSA è il sistema di valutazione indipendente della sicurezza operativa più completo e accettato internazionalmente, che ha lo scopo di valutare il sistema manageriale aereo e i controlli operativi.

La flotta, composta da 162 aeroplani di ultima generazione, ha una media annuale di 7 anni ed è una delle flotte più recenti del mondo. La compagnia in tutte le fasi di manutenzione della sua flotta si attiene alle norme Brasiliane, Americane ed Europee. Il Centro Tecnologico di TAM, responsabile della manutenzione degli aerei, è certificato da FAA, EASA e ANAC (Agenzia Nazionale dell’Aviazione Civile in Brasile) e da diversi Paesi nel Sud America per compiere le manutenzioni programmate più vaste (controlli C e D) negli aerei della sua flotta e del terzo gruppo.

Secondo i dati della Ricerca sugli Incidenti dell’Aereonautica Brasiliana e il Centro di Prevenzione (CENIPA), nel 2012, l’aviazione civile Brasiliana ha registrato 77 gravi incidenti con aerei Brasiliani e tre gravi incidenti con aerei stranieri. Di questo totale, sette si sono verificati con degli aerei che volavano per delle compagnie Brasiliane e due con degli aerei che volavano per compagnie estere. TAM è stata l’unica compagnia Brasiliana ad che ha fatto registrare zero gravi incidenti durante le sue operazioni del 2012, a conferma dell’impegno costante della compagnia di mantenere degli standard di sicurezza molto elevati.

 

San Paolo, 12 Gennaio 2013

 

Consigliamo di prendere visione di questo report della CNN sugli indici di sicurezza operativa:

http://www.cnn.com/2010/TRAVEL/05/04/airline.safety/index.html?iref=allsearch

 LEGGI ANCHE: