|

I siti che ti truffano quando compri online

Siti che nascono e muoiono in serie e che purtroppo funzionano. La ricerca online di un televisore è stata l’occasione per scoprire una scia di truffe lasciata da qualche intraprendente che ormai da un anno apre e chiude siti di e-commerce dedicati ad elettronica ed elettrodomestici mietendo centinaia di vittime.  I siti hanno tutti il medesimo layout e buona parte dei contenuti in comune, in particolare la parte relativa ai pagamenti e il fatto di offrire prezzi sotto la media e nessuna spesa di spedizione per numerosi prodotti, che però dopo il pagamento non arrivano mai. Risalendo a ritroso tra forum e articoli dedicati alla truffa in passato, ho potuto ricostruire un elenco sicuramente parziale dei siti interessati: miotech.it (chiuso), gotronic.it (chiuso), go-shopping.it (chiuso), mistertop.it (chiuso), hitronic.it (chiuso), fermalacrisi.it (chiuso), quattroclick.it (chiuso), megabigshop.it (chiuso), cornertech.it (chiuso), jackshop.it (attivo), mediatechstore.it (attivo) e eletroniccenter.it (attivo). Almeno un paio di “filoni” con modalità simili, se non identiche, con due gruppi d’utenti che si ritrovano a discutere della stessa esperienza all’insaputa l’uno dell’altro ed è facile che non finisca qui.

LA STRANEZZA  – Proprio gli ultimi due avevano attirato la mia attenzione, offrendo i prezzi più bassi sul mercato per un paio di prodotti di mio interesse. La presentazione simile delle due aziende non era un buon viatico, ma quando mi sono imbattuto nel testo identico delle condizioni di pagamento, il sospetto è diventato una certezza. Recitano infatti all’unisono:

MediaTechStore.it, marchio registrato del GruppoAeroBazar S.r.l. ha deciso di accettare sul proprio portale solo ed esclusivamente pagamenti tramite bonifico bancario. Questo per mantenere un rapporto diretto con il cliente senza intermediari finanziari di sorta e per mantenere i costi di gestione ordini e quindi del materiale in vendita verso un target piu basso rispetto alla nostra diretta concorrenza.

InoltrE grazie aLla nuova normativa  PSD europea i bonifici effettuati su circuito internazionale SEPA (circuito di cui si avvalgono tutte le banche italiane) vengono accreditati entro 24 ore, mantenendo dunque la  gestione e la consegna degli ordini in una tempistica veloce e quantomai efficiente verso il cliente finale.

Identico a parte i refusi su Jackshop.it

jackshop.it, marchio registrato del Gruppo Manny S.r.l. ha deciso di accettare sul proprio portale solo ed esclusivamente pagamenti tramite bonifico bancario. Questo per mantenere un rapporto diretto con il cliente senza intermediari finanziari di sorta e per mantenere i costi di gestione ordini e quindi del materiale in vendita verso un target piu basso rispetto alla nostra diretta concorrenza.

Inoltra grazie alla nuova normativa  PSD europea i bonifici effettuati su circuito internazionale SEPA (circuito di cui si avvalgono tutte le banche italiane) vengono accreditati entro 24 ore, mantenendo dunque i tempi di  gestione e consegna degli ordini in una tempistica veloce e quantomai efficiente verso il cliente finale.

LEGGI ANCHE: I furbetti del cadaverino

LE DENUNCE – A quel punto non è stato difficile rintracciare un articolo che parla della truffa e tracciare online le lamentele dei truffati, dalle quali si evince che i truffati sono centinaia e che le forze dell’ordine sono state da tempo allertate da numerose denunce e sono già passate all’azione, almeno a sentire chi riferisce di essere stata rassicurata dai carabinieri che avrebbero sequestrato un conto bancario con diversi soldi. Tuttavia l’autore o gli autori della truffa non sembrano impressionati e pare che continuino imperterriti, visto che i siti continuano a sbocciare senza soluzione di continuità e visto che le ultime lamentele sono recentissime.