|

“La religione è un disturbo mentale”

La religione è un disturbo mentale, e chi crede è spesso uno schizofrenico che minaccia le libertà altrui. Il presidente dei Pirati svizzeri ha usato il bazooka contro la religione, scatenando un’enorme polemica nel suo paese.

RELIGIONE, UNA PSICOSI – Per Thomas Bruderer, trentenne leader dei Pirati svizzeri, la religione è un disturbo mentale, una psicosi di massa in analogia alla definizione di Sigmund Freud. In una discussione in un Forum online dei Pirati, il presidente degli attivisti per la libertà di internet ha ribadito come il paritto debba rifiutare la religione. Quasi tutte sono pericolose, anche nei paesi occidentali dove sono state indebolite dall’Illuminismo. “Dio è un tiranno disgustoso, megalomane, sadomasochista e lunatico” secondo Bruderer, che ha citato la definizione dell’ateista Richard Dawkins. Anche i credenti sono stati condannati dal capo dei Pirati. “Chi difende la Bibbia, non ha alcuna etica, e non conta se la interpreta in senso letterale o no”, ha rimarcato Bruderer in questo dibattito. Thomas Bruderer ha confermato le sue dichiarazioni a 20 Minuten dopo che sono apparse su internet, in siti diversi rispetto a quelli gestiti dai Pirati.

RELIGIOSI SCHIZOFRENICI – Secondo Bruderer ci sarebbe una forte correlazione tra il tasso di religiosità e la schizofrenia. ” Chi sente le voci nella sua testa è di solito una persona con una forte fede”. Inoltre, il fanatismo che regna nel mondo è spesso causato dalle religioni, uno dei motivi che spiegano i toni aspri del presidente dei Pirati. “Rispetto chi pratica la fede in privato, ma ci dobbiamo difendere da chi ci vuole imporre le sue dottrine. Ecco perché uso parole così nette”. Le dichiarazioni del presidente del movimento politico che si batte per la libertà di internet hanno scatenato un grosso dibattito in Svizzera, nonostante il basso consenso di questo partito, che tra l’altro sta collassando anche in Germania nei gusti dell’opinione pubblica.

REAZIONE FURIOSA – Gli esponenti di spicco dei Pirati hanno difeso Bruderer, ribandendo come ci sia unità nella difesa del laicismo. L’Alleanza evangelica svizzera ha invece reagito in modo furibondo, rimarcando come il presidente dei Pirati abbia offeso le persone che la pensano diversamente da lui. I Pirati hanno confermato di aver ricevuto un vero e proprio “shitstorm” nelle loro caselle di posta elettronica, piene di mail di insulti contro Bruderer. 20 Minuten, il più visitato portale di informazione elvetico, ha realizzato un sondaggio, non scientifico, tra i suoi lettori. Il 39% ha detto che queste affermazioni sono sbagliate, il 37% ha invece dato ragione nella sostanza a Bruderer ma torto nella forma, il 24% invece si è dichiarato completamente d’accorso sulla definizione di religione come disturbo mentale. A questa timida pluralità dedichiamo Lithium dei Nirvana, canzone che paragonava la fede ad un disturbo mentale basato su un forte disagio personale, definendo la stessa religione “l’ansiolitico, lo psicofarmaco” dei popoli, in analogia alla definizione marxiana.