Domenicavoto.it, il sito dei renziani per le primarie

29/11/2012 - di

Scoppia la polemica nel Partito Democratico per un'iniziativa della Fondazione Big Bang

Domenicavoto.it, il sito dei renziani per le primarie

In mattinata avevamo erroneamente segnalato il sito domenicavoto.it come iniziativa del centrosinistra per favorire la partecipazione alle primarie del centrosinistra (l’articolo è stato corretto nel frattempo). Il sito si chiama www.domenicavoto.it:

Il sito serve solo a “girare” la mail con l’iscrizione alla federazione che è deputata a raccogliere il voto. Ma è evidentemente una iniziativa irrituale. L’informativa sulla privacy segnala che è un’iniziativa della Fondazione di Renzi:

Vi informiamo che: i dati personali sono raccolti al fine di registrare l’Utente, di attivare nei suoi confronti i servizi richiesti e di prestare le relative comunicazioni. I dati sono trattati elettronicamente nel rispetto delle leggi vigenti. L’interessato gode dei diritti di cui all’art.7 D.Lgs 196/2003. Il Titolare del trattamento dei dati personali è la Fondazione Big Bang, via Cavour,37 Pistoia, che si avvale dei propri dipendenti e collaboratori incaricati allo scopo.”

Ma l’iniziativa sta facendo arrabbiare il Partito Democratico: sulla pagina facebook della sezione di Roma un utente parte con la segnalazione della foto:

L’utente segnala:

domenicavoto.it è un sito di proprietà della fondazione di Matteo Renzi. Non è scorretto cambiare le regole delle primarie a suon di paginoni a pagamento sul Corriere della Sera? Il messaggio che passa è: TUTTI possono votare. Non è così. Divulgare informazioni in tal senso mira solo a creare confusione e buttare tutto in ‘caciara’

Un altro utente richiama il regolamento:

Articolo 4 Comma 2. Ai fini della sobrietà della campagna elettorale e della riduzione dei costi della politica, è fatto divieto ai /le candidati/e e ai/le loro sostenitori/ci di ricorrere a qualsiasi forma di pubblicità a pagamento, come, ad esempio, spot su radio, televisioni, giornali e internet,medi e grandi formati di affissione

La più arrabbiata di tutte però sembrava Chiara Geloni di Youdem, bersaniana (lo status su Fb è visibile solo agli amici):

Anche su Twitter la polemica è esplosa:

La pagina satirica su Facebook “Renziani per Bersani” invece la prende con ironia:

14 Commenti

  1. romano fedi scrive:

    io vorrei svelenire la questione e ci riesco e riportare alla realtà tutta la faccenda se si ritiene che invitando la gente ad andare a votare sia una pubblicita come si può giustificare grossi manifesti affissi in più parti d’Italia e inviti a pagamento su giornali dell’alta Italia cyhe invitavano a votare per alcun9i candidati ne abbiamo le foto e come mai questi signori a cui preme la sedia su cui sono seduti da troppo tempo si sono mobilitati tutti compatti adesso e perche il comitato provinciale della mia provincia a stracciato tutte le email arivate da domenicavoto.it e se unu non ha computer e si rivolge a un amico per farlo cosa lecita e avesse veramente diritto a iscriversi si è violato o no un diritto (nota in quel comitato risiedeva bun vendoliano, un bersaniano un tabaciano e un socialista)a i cittadini giudicare

  2. simone scrive:

    Mai come ora gli italiani, tutti, senza distinzione di partito sono chiamati ad un fortissimo senso civico e tentare di proiettare le proprie speranze verso il candidato favorito. Io non ho potuto partecipare alle prime votazioni, mi sono iscritto regolarmente per rientrare al secondo round. Come da copione, con sguardi di distacco, mi hanno chiuso le porte in faccia e rispedito al mittente. Ho iniziato una battaglia personale, incazzandomi, perchè mai come ora mi sento “obbligato” contribuire a questo risultato. Si scrive tanto di regole da rispettare e mi può stare anche bene. Però il risultato finale non cambia. Gli atteggiamenti e gli sguardi degli addetti ai lavori la dice molto lunga. Parliamo di un anello della gerarchia piramidale che si trova nell’ultimo settore e già si parla di élite, scremature contro scremature, di elettori. In pochi minuti puoi renderti conto nel futuro in quali mani potrai finire. Se già in un contesto paesano si inizia così figuriamoci a livello nazionale cosa mai potrà succedere. Il “nuovo” potrà forse spaventare, il “vecchio” ha già spaventato. La pace sia con voi amanti delle così dette regole, perchè secondo me era realmente arrivato il momento di sorpassare quei paletti ed aprire il futuro ad un consenso più trasversale. Non voglio vedere più lacrime relative a malcontenti, perchè poi una persona come me si sente autorizzata ad incazzarsi non solo in un seggio che gli impedisce di esprimersi, pure nelle vita. Tenete sempre a disposizione il lubrificante con voi, stanno dietro e non vi dicono cosa vogliono. Però capirete…

  3. anna scrive:

    a prescindere dalla posizioni dei singoli, precisando che non appartengo a nessun schieramento:
    - trovo inaccettabile (e anche volutamente ingannevole) una inserzione anonima e ancora peggio che un giornale come il corriere si presti a ciò
    - renzi il giorno prima al confronto aveva guadagnato punti, il giorno dopo ha regalato punti all’avversario con una azione che si poteva evitare e che in termini di immagine, aldilà della liceità o meno, gli ha fatto perdere tanto e lo ha fatto paragonare a altri pessimi esempi
    - io e altre persone che che avevamo apprezzato la qualità delle primarie ed eravamo propensi al voto per renzi, alla luce dei fatti abbiamo deciso di non andare a votare per il solo fatto che tutto il sistema primarie ne ha perso, che si sbrighino loro le loro beghe

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Berlino, Campionati Europei di nuoto

Europei di Berlino: sei medaglie e che Paltrinieri!

20:29 Due ori, un argento, tre bronzi: nell'ordine la 4x100 sl mista e Paltrinieri sul tetto d'Europa, la Batki a un passo nei tuffi, Leonardi, Detti e Ilaria Bianchi "facce" di bronzo. E nel medagliere complessivo ora l'Italia è terza CONTINUA

Andrea Di Grazia/LaPresse

Catania, padre accoltella le figlie e tenta il suicidio

18:10 Morta la più giovane, l'altra in fin di vita. L'uomo da due anni era senza lavoro, la moglie lo aveva lasciato pochi giorni fa. L'omicida ha anche lasciato ha lasciato un messaggio alla famiglia riguardante il drammatico gesto, ma il testo della missiva è blindato da magistratura e carabinieri, che hanno acquisito il documento CONTINUA