|

Quella che voleva uccidere il fidanzato con le tette

Ha cercato di uccidere il suo fidanzato. Arma del delitto: il suo prosperoso seno. Protagonisti di questa incredibile storia che viene dalla Germania Tim Schmidt, un giovane avvocato tedesco e la sua ragazza Franziska, 33 anni e una quinta particolarmente prosperosa.

 

LEGGI ANCHE: L’assessore con i testicoli di cervo in testa

 

STRETTO FINO A SOFFOCARE – Il fatto, racconta il Daily Mail, risale allo scorso maggio quando i due stavano avendo un rapporto sessuale. “Era seduta sopra di me, nuda, e io le baciavo il seno – ha raccontato Schmidt al giudice – improvvisamente mi ha preso la testa e l’ha premuta con tutte le sue forze contro il suo petto. Non potevo più respirare e credo di essere diventato cianotico. Non riuscivo a liberarmi. Ho creduto che sarei morto”. Con le ultime forze rimaste, Tim è riuscito a svicolarsi, ha lasciato l’appartamento e si è recato dai vicini per chiamare la polizia. Interrogata dalla polizia, la ragazza ha detto che si trattava di un gioco erotico.

DOLCE MORTE – I due stavano insieme da quattro anni e, stando alle dichiarazioni di Tim, erano felicemente innamorati. “Tutto andava benissimo – racconta ancora il giovane avvocato – avrei fatto qualsiasi cosa per lei. Ma le cose hanno cominciato ad andare male quando ho ottenuto il mio primo lavoro e ci siamo trasferiti a Unna. “Non riusciva a trovare un lavoro, solo qualche part-time saltuario. Più la mia carriera migliorava più lei sembrava soffrirne”. Tim, ha confessato, aveva intenzione di lasciarla. E per questo lei avrebbe deciso di ucciderlo. “L’ha ammesso chiaramente – ha dichiarato ancora l’uomo – le ho chiesto per telefono se davvero volesse soffocarmi in quel modo. E lei ha risposto: ‘Tesoro… volevo che la tua morte fosse il più piacevole possibile”.

 

LEGGI ANCHE: