|

Gli esorcismi a Monaco di Baviera

Ogni anno la diocesi di Monaco riceve circa 300 richieste di liberazione dal demonio da parte di persone che si credono possedute. Ecco l’indagine del Sueddeutsche.

 

LEGGI ANCHE: La bimba di tre anni morta di esorcismo

 

ESORCISMO – La deriva cattolica ha influenzato anche la religione protestante e così puntualmente spunta qualcuno che ha bisogno di essere liberato dalle forze del male, lo sa bene Paul Metzger autore di “The Devil“, un testo che ripercorre la diffusione della pratica dell’esorcismo nel corso del tempo. “Il discorso vale sia per i protestanti che per i cattolici. I giovani sacerdoti cattolici sono molto sensibili al rito dell’esorcismo rispetto ai colleghi più anziani”, insomma secondo Metzger l’esorcismo sta vivendo una seconda giovinezza.

EVERGREEN – Acqua santa alla mano perché il numero di persone che crede negli esorcismi è in evidente crescita, tanto che c’è anche un sacerdote donna che ha viaggiato fino a Roma per imparare l’antica arte della cacciata della Bestia.

Alexandra von Teuffenbach ha studiato presso la Pontificia Università Gregoriana e crede fermamente nella lotta tra Dio e Satana. Chissà cosa ne pensa della ragazza di ventitré anni che è morta a Klingenberg  nel 1976, in seguito ad alcune pratiche di esorcismo.

LA REVISIONE –  Con la tecnologia il Diavolo si è innovato e ad oggi la Germania lamenta l’assenza del rito del Vaticano in lingua tedesca. Secondo la Conferenza Episcopale Tedesca il rito dell’esorcismo è “un appello a Dio affinché liberi le persone dal male” ed è compreso dalla celebrazione liturgica cattolica. Ogni anno ci sono almeno 300 richieste da parte di protestanti che vorrebbero essere liberati: insomma, il rito del battesimo – che viene vissuto come un piccolo esorcismo – non basta più a salvare le anime dei tedeschi.

 

LEGGI ANCHE: