|

Il leasing auto che ti salva dalle tasse

Eppur si muove. Lo Stato ha deciso di compattarsi contro una forma di evasione fiscale legalizzata nel mondo delle auto di grossa cilindrata. Stiamo parlando del cosiddetto “leasing tedesco”, ovvero la possibilità per singoli ed aziende di intestare vetture a soggetti provenienti dalla Germania, così da pagare le tasse al fisco teutonico, evadendo il superbollo e l’imposta provinciale, oltre a godere di una restituzione totale dell’Iva.

SEQUESTRO – Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza di Bolzano ha scoperto un’evasione dell’imposta sul valore aggiunto pari a 6,7 milioni di euro. Il colpevole sarebbe un’impresa di noleggio a lungo termine il quale ha subìto il sequestro su tutto il territorio nazionale di beni e disponibilità tra conti correnti ed automobili per un valore complessivo di 4 milioni Accanto alle contestazioni amministrative, nei giorni scorsi sono scattati in tutta Italia i sequestri per equivalente dei beni e delle disponibilita’ riconducibili al responsabile dell’impresa, per un valore complessivo di oltre 4 milioni di euro, tra immobili, conti correnti e autovetture. Specie in Alto-Adige negli ultimi mesi si sono moltiplicate le autovetture con targa tedesca, suscitando nella locale Guardia di Finanza più di una perplessità.

IL CASO DI MILANO – L’Alto Adige non è l’unico luogo in Italia dove tale abitudine sta prendendo piede. Mesi fa riportammo il lamento del comando di Polizia locale di Milano, il quale aveva segnalato lo strano moltiplicarsi per le strade cittadine di autovetture con targa straniera, in prevalenza bulgare. Secondo le forze dell’ordine si tratta di uno stratagemma semplice ed efficace che permette al “furbetto” di non pagare le multe, visto che le spese di riscossione per una pratica estera superano a volte il massimale dell’infrazione contestata. In secondo luogo, un’autovettura immatricolata in un paese estero “sfugge” alla mannaia fiscale italiana.