|

La miniera di diamanti che i russi hanno nascosto al mondo

Csmonitor ci propone una scoperta che potrebbe rivoluzionare in meglio il mercato mondiale delle pietre preziose ravvivando inoltre l’economia russa, ovvero la scoperta di un vasto giacimento di diamanti contenenti miliardi di carati, in grado di rifornire il mercato per tremila anni.

MERITO DI UN ASTEROIDE – In realtà il giacimento è stato scovato in piena epoca sovietica sotto un asteroide gigante atterrato in Siberia 35 milioni di anni fa generando un cratere dal diametro di 100 chilometri conosciuto come “Popigai Astroblem”. Allora si decise di tenere la scoperta segreta anche per non influenzare quella che era la produzione a Mirny, in Yakutia, capace già allora di generare enormi profitti con conseguente controllo del mercato.

 

LEGGI ANCHE: La videocamera nascosta che filma le avances a una ragazza russa

 

SEGRETO SVELATO – Ora invece è cambiato tutto e si è deciso di rendere la notizia di dominio pubblico. Secondo gli scienziati di Novosibirsk i diamanti del sito “segreto” sarebbero due volte più dure di quelli normali, circostanza che li renderebbe utilizzabili per usi scientifici ed industriali. La paura dei russi è che in effetti questi diamanti possano incrinare l’equilibrio del mercato, visto che si tratta della più grande riserva oggi conosciuta.

PEZZI UNICI – Questi diamanti sarebbero stati creati a causa dell’impatto ad alta velocità tra l’asteroide ed un giacimento di grafite. Questo rende il sito di Popigai unico al mondo, confermando il monopolio russo nell’ambito dei diamanti, la cui “grana” molto più ampia dà loro molto più valore. Rimaniamo in attesa dell’interessamento dei grandi gruppi industriali e delle industrie del settore per un prodotto unico, appetibile ma visto l’interlocutore, parecchio costoso. (Photocredit Lapresse)

LEGGI ANCHE: