|

Chi è il cannibale che mangia la faccia

E’ stato soprannominato il “cannibale di Miami”, l’aggressore che sabato pomeriggio è stato sorpreso a mangiare la faccia di un uomo poco prima colpito ferocemente.

L’AGGRESSIONE – Rudy Eugene, 31enne, drogato, senza fissa dimora, aveva assunto una nuova forma potente di Lsd quando la polizia lo ha scoperto a strappare con i denti e fare a pezzi la pelle della sua vittima, nuda, ora ridotta in fin di vita e ricoverata nel reparto di terapia intensiva con gravi lesioni agli occhi e al naso. Sono i rapporti dei medici a confermare come all’80% la vittima del cannibale sia stata anche aggredita. Gravi i segni della violenza subita. Alcuni operatori dell’ospedale di Miami definiscono le ferite come tra le peggiori “mai viste”.

 

LEGGI ANCHE: Come Hannibal: l’uomo che mangia la faccia della sua “preda”

 

I TESTIMONI – La polizia è intervenuta sul luogo dell’aggressione dopo aver ricevuto la segnalazione di due uomini svestiti intenti a litigare nella zona di MacArthur Causeway. Al momento dello scontro la zona era frequentata da gente che avrebbe partecipato al consueto Memorial Day hip-hop festival. L’aggressione è stata filmata dalle camere a circuito chiuso della redazione del giornale Miami Herald. “Gli strappava pezzi con la bocca”, ha raccontato il signor Larry Vega, uno dei testimoni che ha assistito alla scena di violenza, mentre si trovava in sella ad una bicicletta lungo la strada che collega centro città alla spiaggia.

L’UCCISIONE – Agli agenti che gli intimavano di fermarsi – ha raccontato Vega – Rudy Eugene avrebbe risposto con un ringhio. Dopo che l’ordine è stato ignorato il poliziotto ha deciso di impugnare la pistola e sparare all’aggressore. Il cannibale è stato ucciso. “Il nostroa gente è un eroe che ha salvato una vita”, ripete Javier Ortiz, portavoce della polizia di Miami.

LEGGI ANCHE: