|

Mai più senza: la mappa mondiale delle tette

Le donne russe e quelle scandinave sono sinonimo di bellezza nel nostro paese. Uno dei motivi del loro fascino è costituito dall’ampiezza dei loro seni. Le donne del Nord e dell’Est Europa sono infatti campionesse mondiale per quanto riguarda la grandezza media dei loro reggiseni.

 

 

 

LEGGI ANCHE: Le femministe contro la pubblicità della chirurgia estetica

 

NORD MAGGIORATO – Nei paesi settentrionali del mondo fa molto freddo, ma almeno gli uomini hanno un motivo in più per consolarsi per le rigide condizioni climatiche. Le loro connazionali hanno i seni più grossi del mondo, come mostra la cartina del pianeta in immagine. I paesi colorati di rosso sono caratterizzati da una popolazione femminile molto formosa, mentre il valore minimo è contrassegnato con il colore verde. Una classifica compilata dal sito TargetMap, che dopo il mappamondo della lunghezza media del pene ha deciso di realizzare un’altra mappa, questa volta basata sulla parte del corpo simbolo della femminilità.

 

GIUDICA ANCHE TU GUARDANDO LE FOTO

 

ITALIANE NELLA MEDIA – Targetmap ha creato la mappa partendo dalla dimensione delle coppe, misurate secondo il sistema in uso negli Stati Uniti. Le donne scandinave portano in media reggiseni di taglia D, corrispondente grosso modo ad una terza abbondante, quarta, mentre le italiane si trovano un po’ più sotto, con seni meno grandi rispetto alle scandinave o alle russe. Davanti alle italiane o alle francesi ci sono le tedesche, mentre stranamente le donne dei paesi baltici hanno seni molto meno grandi rispetto alla popolazione femminile degli Stati confinanti.

AFRICA E ASIA INDIETRO – In fondo alla classifica si trovano invece la maggior parte delle donne africane e quelle cinesi , che portano reggiseni della misura più piccola. Nel Medio Oriente i seni crescono un po’, così come nella vicina India, mentre anche nel caldo Sudamerica si trovano misure simili a quelle del centro Europa. Solo negli Stati Uniti si ritrovano donne formose come nel Nord Europa, un tratto probabilmente ereditario vista la fortissima immigrazione arrivata dal Vecchio Continente.

LEGGI ANCHE: