Ringaskiddy
|

Il mistero dei “fumi dell’amore” vicino alla fabbrica del Viagra a Ringaskiddy, in Irlanda

Forse si tratta solo di una leggenda metropolitana, ma a Ringaskiddy, la cittadina dell’Irlanda sede della fabbrica del Viagra, i residenti raccontano che quanto tira il vento, gli uomini hanno erezioni spontanee. I fumi che escono dalla sede della Pfizer, l’azienda farmaceutica che produce la pillola blu, sono stati soprannominati i fumi dell’amore dalla gente del posto, ormai abituata all’eccitamento.

La storia divertente (e al tempo stesso anche preoccupante) di Ringaskiddy sta circolando molto negli ultimi giorni sui media anglosassoni, che hanno intervistato diversi residenti: non sono solo gli uomini a gradire la prossimità della fabbrica della pillola contro la disfunzione erettile, ma anche alcune donne. Una barista, Debbie O’Grady, ha dichiarato al Sunday Times in rima: «One whiff and you’re stiff». Traduzione: «Un soffio di vento e ti viene duro». E ironicamente la donna ha commentato: «È già da qualche anno che riceviamo gratis i fumi dell’amore».

LA PFIZER NEGA I FUMI DELL’AMORE: «SOLO UN MITO DIVERTENTE»

Un’infermiera di Ringaskiddy, Fiona Toomey, aggiunge che non sono solo gli esseri umani a “beneficiare” dei fumi dell’amore: «Quando soffia il vento i cani vanno in giro eccitati», ha raccontato. Secondo la donna «il Viagra dev’essere entrato nelle riserve idriche». Una prospettiva che dovrebbe preoccupare, oltre che far sorridere. La Pfizer nega completamente che ciò sia potuto accadere e bolla i fumi dell’amore come un mito «divertente». «I nostri processi sono sempre stati altamente sofisticati e attentamente monitorati», hanno spiegato dall’azienda farmaceutica.

SUI SOCIAL RINGASKIDDY DIVENTATA LA META PERFETTA PER LA LUNA DI MIELE

I fumi dell’amore però hanno reso celebre la cittadina di Ringaskiddy: dalla fine degli anni ’80 la fabbrica del Viagra ne ha fatto la fortuna economica e ora lo stabilimento potrebbe assicurare al piccolo centro della contea di Cork anche un ritorno in termini di turismo. Sui social network sono in molti a esprimere invidia per gli abitanti del luogo e a suggerire la cittadina come una perfetta meta per i viaggi di nozze.

Foto copertina: Archivio Ansa/FRANCO SILVI