cattolici tradizionalisti
|

I cattolici tradizionalisti: «I migranti sono cani e porci. E il Papa è un fulminato» | VIDEO

«I migranti sono cani e porci». E il Papa «è un fulminato» che «non fa il suo mestiere». Sono alcune testimonianze di fedeli cattolici tradizionalisti mandate in onda ieri sera a Piazzapulita su La7 in un servizio realizzato dal giornalista Alessio Lasta. L’inviato ha avvicinato i credenti all’uscita della Chiesa di Santa Maria della Consolazione a Milano (dove ogni domenica mattina alle 10 si tiene la messa con il vecchio rito ambrosiano tradizionale, in latino) per chiedere un parere sulla questione immigrazione e sulle posizioni di Papa Francesco.

MIGRANTI, I CATTOLICI TRADIZIONALISTI: «SONO PORCI E CANI»

Sono state pronunciate parole grosse. Qualcuno dei fedeli al giornalista ha gridato: «Ma vai fuori dalle scatole… Vai a fa… pezzo di m…». «Io personalmente non li voglio», ha detto qualche altro con estrema nettezza. La stessa chiarezza utilizzata nel commentare la frase della Bibbia ‘Quando qualche forestiero soggiornerà con voi nel vostro paese non gli farete torto’. «Soggiornare, non tagliare la gola», è la risposta. Il pensiero condiviso è che gli stranieri «vengono qui a perseguitare noi…». «Quei migranti lì sono cani e porci. Hai visto come si comportano?».  E sul Papa che ci ricorda che è Cristo stesso a chiederci «di accogliere i nostri fratelli migranti e rifugiati con le braccia ben aperte»? «Questo qui – sono le parole dei tradizionalisti – è fulminato, poverino. Non fa il suo mestiere come dovrebbe. Dovrebbe innanzitutto mettersi un crocefisso d’oro e le scarpe rosse».

 

 

MIGRANTI, I CATTOLICI TRADIZIONALISTI: «IL PAPA È UN ERETICO»

Sono le stesse posizioni espresse a Pescantina, un comune di circa 17mila abitanti in provincia di Verona, dove è stato organizzato un presidio contro l’arrivo di sei famiglie di richiedenti asilo. «Io – ha spiegato uno dei manifestanti al giornalista- mi considero un cattolico, penso di esserlo a tutti gli effetti, pratico, credo in Dio, la religione che mi hanno insegnato non è quella che professa questo impostore. Il Papa non c’è. Lui non è d’accordo con la religione cattolica, è un eretico dalla a alla zeta. Stiamo facendo anti apostolato. Stiamo importando la gente che non ha niente a che vedere con la nostra religione e lui non si cura della sua missione: divulgare la parola di Dio, la verità». E un altro: «Se Dio è il creatore di tutto questo, le diversità le ha create perché sono una cosa importante, ma come tali devono rimanere diverse. Il prossimo è quello che sta vicino a te non quello in capo al mondo».

(Immagine: frame da video di Piazzapulita)

TAG: migranti