Tiburtino III
|

Tensioni al Tiburtino III tra antifascisti e Casa Pound: un militante di estrema destra ferito

Oggi pomeriggio al Tiburtino III doveva tenersi un consiglio municipale straordinario al centro anziani di via del Badile, a seguito delle proteste di CasaPound contro il centro di accoglienza per migranti di via del Frantoio. La seduta è stata invece sospesa a seguito delle tensioni tra i militanti di estrema destra e i gruppi antifascisti, che si sono presentati davanti al centro, per protestare contro l’incontro.

Prima dell’inizio dell’assemblea, i militanti di CasaPound hanno avuto accesso al centro anziani, mentre i gruppi degli antifascisti sono stati lasciati fuori, a protestare contro il consiglio municipale straordinario, convocato di fatto proprio sulla scia delle proteste de gruppo di estrema destra.

SCONTRI TRA CASAPOUND E ANTIFASCISTI AL CONSIGLIO MUNICIPALE STRAORDINARIO AL TIBURTINO III

Un cordone di polizia presidiava l’accesso principale del centro anziani di via del Badile, ma i gruppi antifascisti sono riusciti a entrare da un altro ingresso. A quel punto sono esplosi gli scontri con i militanti di CasaPound: i militanti di sinistra hanno sparato dello spray al peperoncino e lanciato degli oggetti. Negli scontri tra i due gruppi opposti, diverse persone sono rimaste contuse e un militante di estrema destra è stato ferito alla testa. Ancora da chiarire la dinamica: non si capisce se a colpirlo sia stato il casco di uno degli antifascisti o la la fibbia di una cinta in un altro militante del gruppo neofascista.

Dopo pochi attimi di tensione, la polizia è intervenuta in assetto antisommossa e ha separato i due schieramenti contrapposti, mentre il consiglio municipale straordinario veniva sospeso. Un cordone di polizia seguito da due blindati ha fatto spostare gli antifascisti su Largo Bojano, poco distante dal centro anziani dove doveva tenersi il consiglio municipale straordinario del Tiburtino III. I militanti di CasaPound invece sono rimasti dentro al centro subito dopo gli scontri e sono stati fatti defluire dalla polizia, dopo che la calma è stata ristabilita.