Carugate
|

L’autore del cartello «Contento che tu sia handicappato» di Carugate è stato identificato

L’autore del cartello contro un disabile in cui c’era scritto «Contento che tu sia un povero handicappato» depositato su una macchina parcheggiata nel centro commerciale Carosello di Carugate è stato identificato. La persona che ha scritto questo messaggio vergognoso e gravemente diffamatorio è stata ripresa dalle telecamere mentre depositava il cartello sull’auto.

CARUGATE, TROVATO L’AUTORE DEL CARTELLO DI INSULTI A UN DISABILE

Come racconta il Corriere della Sera di oggi, si tratta di un uomo che indossava bermuda neri e una maglietta gialla nel momento in cui compiva il gesto. La sua camminata era tranquilla mentre si dirigeva verso la macchina su cui apporre il cartello che recitava «A te handicappato che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 euro non cambiano nulla, ma tu rimani sempre un povero handicappato. Sono contento che ti sia capitata questa disgrazia». Un gesto infame, preparato con cura in precedenza, a quanto si può dedurre dalle immagini,visibili sul sito del Corriere della Sera.

Carugate

L’uomo sosta infatti pochi secondi davanti all’autovettura del disabile che vuole denigrare, e da questo breve lasso temporale si intuisce come il cartello sia stato elaborato in momenti precedenti.

LEGGI ANCHE > PARCHEGGIA NEL POSTO DEI DISABILI, VIENE MULTATO E POI SCRIVE IL CARTELLO DELLA VERGOGNA: «SONO CONTENTO CHE TU SIA UN POVERO HANDICAPPATO»

CHI È L’AUTORE DEL CARTELLO CONTRO UN DISABILE DI CARUGATE

Il cartello è stato scritto al computer. La persona in bermuda neri e maglietta gialla ha monitorato che nessuno fosse presente mentre depositava la scritta, e si è immediatamente dileguato dopo aver recapitato la gravissima offesa. L’insulto è stato motivato dalla segnalazione di un parcheggio irregolare, effettuato in uno spazio riservato ai disabili. L’autore del cartello contro il disabile è stato multato, e i 60 euro di multa comminati per aver infranto una regola di civiltà hanno scatenato una reazione che rischia di costare molto di più a questa persona. Il questore di Milano, Marcello Cadorna, ha avviato infatti immediate indagini sul caso di Carugate in quanto il cartello aveva contenuti violenti e lesivi della dignità della persona.