hacker
|

Un hacker ha pubblicato su Twitter dati rubati dalla piattaforma del M5S Rousseau

Rousseau, la piattaforma web che consente agli iscritti al Movimento 5 Stelle di esprimere idee e avanzare proposte, è vulnerabile: i voti espressi e i dati personali inseriti dagli utenti sono a rischio. Lo dimostrano gli hackeraggi degli ultimi giorni. E lo dimostra la diffusione di alcune informazioni rubate. Il noto debunker David Puente ha pubblicato alcune tabelle in formato testo che un hacker ha pubblicato su Twitter e che contengono nominativi e altri dati come codici fiscali, indirizzi email, importo di donazioni effettuate.

 

hacker
(Immagine: tabelle pubblicate su Twitter. Fonte: Il blog di David Puente)

 

M5S, HACKER E DATI RUBATI DALLA PIATTAFORMA ROUSSEAU

Tra le persone indicate negli elenchi spuntano anche qualche parlamentare, come Vito Crimi, e alcuni soci della Casaleggio Associati, come Marco Maiocchi e Maurizio Benzi. Stando a quanto ricostruito, l’hacker, utente Twitter @R0gue_0, potrebbe aver avuto accesso al database della società che gestisce la piattaforma M5S per diversi mesi. In uno dei tweet lui stesso sostiene anche di aver ‘toccato’ (quindi manipolato, modificato) alcune informazioni. Secondo l’hacker le pubblicazioni dei dati continueranno. Il suo obiettivo è probabilmente quello di mettere in cattiva luce un altro hacker, @evaristegal0is, che aveva avvisato la Casaleggio dei problemi di sicurezza della piattaforma Rousseau (ha aperto un sito, #hack5stelle, solo per avvisare gli iscritti che i loro sati sono a rischio a causa di una variabile vulnerabile a SQL injection).

(Immagini da Davidpuente.it)