Larsen C
|

Si è staccato un iceberg grande come la Liguria e vaga nell’oceano. Ecco cosa sta succedendo secondo Luca Mercalli

La frattura correva lungo la piattaforma Larsen C nell’Antartide già da diverso tempo. Qualche giorno fa aveva subito una pericolosa deviazione a 90°, preludio del danno inevitabile. Oggi, dai satelliti, arriva la conferma che un pezzo di ghiaccio grande quanto la Liguria si è staccato dal continente più meridionale della Terra. Circa 5800 chilometri quadrati di materiale durissimo e compatto, ora, stanno solcando i mari del sud.

LEGGI ANCHE > Clima, 21 bambini vogliono portare in tribunale Donald Trump

L’iceberg, uno dei dieci più grandi di sempre, è spesso tra i 200 e i 600 metri e, con il suo distaccamento definitivo, ha cambiato per sempre i contorni dell’Antartide. Ora, il rischio è che si riproponga quanto accaduto nel 2002: in seguito a una frattura, infatti, la piattaforma Larsen B (vicina a Larsen C) si disintegrò letteralmente in tanti piccoli iceberg.

LARSEN C, COSA SUCCEDE ORA? L’ANALISI DI LUCA MERCALLI

«È un fenomeno che rientra in quell’aumento generale delle temperature del pianeta – ha detto ai microfoni di Giornalettismo il climatologo e glaciologo alpino Luca Mercalli – e che deve farci riflettere. Trattandosi di una zona particolarmente remota della Terra, tuttavia, bisogna avere una certa cautela nel capire cosa potrà succedere nel lungo periodo e occorrerà aspettare i dati che provengono dai satelliti».

Una cosa, però, appare certa: si tratta senz’altro del più grande distaccamento di ghiaccio degli ultimi decenni. «Bisogna capire se l’effetto che avrà questo fenomeno sarà del tutto eccezionale e mai visto prima. Dobbiamo essere molto cauti in proposito – ha affermato Mercalli -. L’acqua andrà ad erodere inevitabilmente il ghiaccio che si è distaccato: il punto sta nel capire la velocità con cui ciò avverrà».

«Le piattaforme che prendono il mare per diverse decine di chilometri – ha concluso Mercalli – in genere hanno degli ancoraggi fissi. Se ho un cambiamento totale delle condizioni (a causa della variazione delle temperature dell’aria e dell’acqua), queste parti così delicate potrebbero fondersi, causando distaccamenti molto corposi e, di conseguenza, più rilevanti».

(FOTO: NASA via ZUMA Wire/ZUMAPRESS.com)