Le 18 proprietà della moglie di Bossi

14/04/2012 - di

A proposito di ricchezza degli italiani, eh?

Le 18 proprietà della moglie di Bossi

Chissà se i leghisti sanno che la moglie di Bossi ha 18 proprietà immobiliari intestate al catasto. E chissà se immagino che il duro lavoro alla scuola bosina renda davvero così tanto da permettersi gli acquisti che oggi Repubblica elenca in questo schema:

Paolo Berizzi ha ficcato il naso nei dati (pubblici) per raccontarci cosa c’è:

Come Repubblica è in grado di ricostruire, si tratta di un tesoro consistente: diciotto unità registrare al catasto con il nome della moglie del Senatur. In media: un’acquisizione all’anno (dal ‘94 a oggi). Sette in più rispetto agli «undici immobili » che — stando a una telefonata intercettata dalla Dia di Reggio Calabria tra l’imprenditore Stefano Bonet e la dipendente della Lega Lubiana Restaini — sarebbero «intestati » alla moglie del Senatùr (gli «acquisti» non lasciavano tranquillo l’ex tesoriere leghista Francesco Belsito). Di qui il dubbio dei magistrati: con quali soldi sono stati comprati case (2), fabbricati (2) e terreni (14)?

Eretto lo “scudo” di Gemonio, protetti i beni dalle possibili rivalse dei creditori, dalla fine degli anni ‘90 la Lega del Mattone viaggia a gonfie vele:

Mettendo le mani sul paesotto culla del federalismo. Il 12 gennaio 2001 Manuela si aggiudica un fabbricato e altri tre terreni. Uno glielo vende Emilia Rosaspina, gli altri la Gestione Santa Chiara sas. 13 luglio 2002: altra terra, altro atto notarile. Un volto da un valanga di querele (poi in buona parte rientrate). Il 6 febbraio il Senatur e la moglie bussano al notaio di fiducia, Rodolfo Brezzi, studio a Samarate (Varese). Costituiscono un fondo patrimoniale per blindare gli immobili di famiglia da eventuali pignoramenti. Se per gli investimenti finanziari la Lega andava a parare in Tanzania e a Cipro, meno globali sono le avventure immobiliari della family. Gemonio non è un paradiso fiscale: ma quando si tratta di rogitare la scelta dei Bossi cade sempre qui.

Mica male, no?

17 Commenti

  1. fabrizio scrive:

    faccio appello a chiunque li abbia votati e dentro il cranio oggi non gli sia rimasta solo merda, NON ANDIAMO PIù A VOTARE, basta votare, non votare più nessuno o la merda nel cranio c’è l’avete tutti?

    non sono tutti uguali è vero, sono uno peggio dell’altro, a cominciare da napolitano che ne è il capo indiscusso.
    io andrò a votare quando voteremo la pena di morte per i mafiosi in politica, per i corrotti e per le alte cariche costituzionali e statali condannate, con un processo che non sia più lungo di 3 giorni! saluti a chi la pensa come me, per gli altri andate pure a votarli! ve li meritate.

  2. brema51 scrive:

    concordo con fabrizio.
    pena di morte per tutti questi porci

  3. sincretismo scrive:

    indipendentemente da belsito o lusi o pinco o pallino: IO NON VADO A VOTARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. sincretinismo scrive:

    non la pena di morte per i responsabili: ANCHE, SOPRATTUTTO! PER I LORO FIGLI/E…………………….. per tagliare la generazione di ladri

  5. Ratto Firmino scrive:

    Andate a votare! Andate per chi vuole cambiare le regole realmente, per chi vuole la democrazia dal basso, altrimenti questi torneranno al potere…i loro seguaci li hanno sempre…costano poco!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie