botticelle romane
|

Roma, è l’ora delle botticelle elettriche? Gli animalisti: «Vorremmo tanto crederci»

Botticelle a Roma, ennesimo capitolo. Le tradizionali carrozze trainate da cavalli che animano le strade del centro storico non piacciono alla giunta di Virginia Raggi che, in campagna elettorale, aveva annunciato di volerle abolire. Dopo undici mesi in cui gli animalisti hanno fatto pressing su questa possibile soluzione, arriva un altro annuncio dell’assessore all’Ambiente della giunta capitolina Pinuccia Montanari: «Stiamo attuando il regolamento per togliere le botticelle con i cavalli dalla strada, insieme con il dipartimento Mobilità». Che dovrebbe prevedere, tra l’altro, l’introduzione delle botticelle elettriche, entro un mese.

LEGGI ANCHE: «Roma, animalisti contro le botticelle. Il prefetto ha scritto al comune. Raggi che fa?»

LA VICENDA DELLE BOTTICELLE A ROMA

Il prototipo era già stato preparato dalla giunta di Gianni Alemanno, ma non è mai stato messo in funzione. Ignazio Marino non ci riuscì a causa dello stop anticipato del suo mandato. Ci prova ora il Movimento 5 Stelle. «Ci piacerebbe credere a questo nuovo annuncio – rimarca Claudio Locuratolo dell’Organizzazione internazionale di protezione animali -. Noi per cautelarci, ci siamo rivolti al prefetto». Il riferimento è all’iniziativa di qualche giorno fa delle associazioni animaliste che avevano sollecitato il prefetto Paola Basilone che, a sua volta, aveva scritto alla Raggi chiedendo la calendarizzazione del provvedimento all’Assemblea capitolina.  

Contenti sì, ma fino a un certo punto insomma. Della serie, «se non vedo, non credo». E gli animalisti non possono che essere attendisti, viste anche le parole del professore de La Sapienza Fabio Massimo Mascioli, che nel 2012 ha lavorato al progetto: «In un mese noi possiamo preparare gli altri due prototipi, ma ci vorranno circa due anni e mezzo per realizzare tutto l’iter burocratico, tra regolamento e bando per costruire una flotta. Ci vorrebbe un miracolo». 

E intanto, si registrano anche le proteste dei vetturini, che proprio non vogliono rinunciare alle loro botticelle con i cavalli. Lamentano di non essere loro a maltrattare gli animali e di essere presi di mira soltanto durante la stagione estiva. La battaglia delle botticelle continua, insomma. Ma sembra non finire mai.

(FOTO: ANSA/MASSIMO PERCOSSI)