Studio Aperto manda in onda i “babyboss” di Napoli: ma c’è il personaggio di Gomorra

studio aperto

Si accende la bufera dopo il servizio andato in onda nel notiziario di Italia1dello scorso mercoledì 17 maggio.

Nell’edizione giornaliera di “Studio Aperto” di mercoledì 17 maggio è andato in onda un servizio in cui si è fatto il punto sulla inquietante vicenda dei “babyboss” napoletani. Le immagini hanno mostrato un “rappresentante” spietato e spavaldo di questi piccoli delinquenti: peccato che la foto stessa fosse quella riconducibile a Carmine Monaco, attore e cabarettista italiano, principalmente noto per il personaggio di ‘O Track della serie televisiva Gomorra.

IL SERVIZIO DI STUDIO APERTO SUI BABYBOSS NAPOLETANI

«Napoli come Baghdad, nemmeno in Iraq sparano come qui». Sono queste le parole con cui il telegiornale di Italia1 inizia a descrivere la vicenda che vede gli arresti del mandante e dei quattro sicari che, nell’estate del 2015, uccisero il diciannovenne Emanuele Sibillo. Oggi ventenni, a Studio Aperto sono state mostrate alcune intercettazioni in cui gli stessi seminavano il terrore nei rioni popolari di Napoli. I giovani organizzavano gli agguati giocando a carte in casa, tra il chiasso di sottofondo delle madri, dei fratellini che si divertivano. Sanno come è fatta una pistola e non temono di usarla. Poi il notiziario fa un passaggio sulla situazione napoletana attuale, definendola “far west” in quanto i giovanissimi e spietati sparano a raffica per impaurire e per conquistare il territorio. Non piacciono alla rete i fotogrammi in cui gli stessi si mostrerebbero sfacciati sui social, rivendicando con orgoglio quello stile di vita.

STUDIO APERTO ED I BABYBOSS DI NAPOLI: I COMMENTI DEGLI UTENTI

Sulla pagina Facebook di Paco Rapillo impazza il popolo della rete, che mostra ostilità a questi comportamenti dei telegiornali. Così Luigi ribadisce che «Il sistema italico vuole che Napoli sia rappresentata sempre come città malavitosa, per interessi aziendali e di consumo a favore delle città del nord». Ancora più duro l’intervento di Giulio: «Eliminiamo i luoghi comuni secondo i quali ci invidiano e cercano di screditarci. Questo è puro razzismo. Senza mezzi termini.». Così tra una polemica e l’altra, Francesco traccia il quadro della situazione: «Sapere perché Napoli sta risalendo alla grande con il turismo e loro non vogliono . Al nord stanno rovinati, per non parlare dei rifiuti a Milano ed a Roma, fogna a cielo aperto».

Tag: , , , ,