chiesa
|

Gli italiani vanno sempre meno in chiesa: a messa solo uno su 4

Gli italiani entrano sempre meno in chiesa. Nel nostro Paese va regolarmente a messa ogni settimana solo una persona su quattro. È quanto emerge dai dati Istat aggiornati al 2016 ripresi da un articolo pubblicato oggi sul Giornale a firma di Pier Francesco Borgia. I dati analizzati dal sito Truenumbers segnalano un carlo di 6 punti percentuali in 10 anni.

 

LEGGI ANCHE > Legalizzazione della cannabis, oltre 200 deputati pronti alla battaglia: «Votiamo»

 

ITALIANI IN CHIESA

Nel 2007 si recava a messa almeno una volta a settimana il 33,43% degli italiani. Nel 2017, invece, il 27,5%. Un minimo storico:

La presenza nei luoghi di culto, in buona sostanza, è arrivata proprio sotto Bergoglio ai minimi storici. Dai dati Istat si ricava che oggi (l’aggiornamento è alla fine del 2016) entra in chiesa almeno una volta alla settimana poco più di una persona su quattro. Pochi, molti? Il punto è che sono sempre meno: negli anni del pontificato di Benedetto XVI la partecipazione si è sempre tenuta oltre il 30 per cento mentre è arretrata con Francesco. D’altro canto aumentano quelli che non mettono mai piede in chiesa, neppure la domenica: erano il 18,2% nel 2007 e sono il 22,7 oggi. La diaspora più consistente, però, riguarda il mondo giovanile. Nel segmento di età compreso tra i diciotto e i 24 anni, si è perso una fetta del 30 per cento di fedeli «osservanti», mentre la flessioni è più contenuta tra i 25 e i 29 anni (-20%) per poi tornare ad aumentare nella fascia di età tra i 55 e i 59 anni (30%). Il calo più ridotto è nella fascia di età tra i 40 e i 50 anni (10%).

Sono, dunque, soprattutto gli anziani ad occupare i banchi in chiesa. Secondo i dati Istat va a messa il 40% degli over 60, contro il 25% di chi ha un’età compresa tra i 45 e i 60 anni e il 15% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni.

(Foto: ANSA / MASSIMO PERCOSSI)