come sostituire lo strutto
|

Come sostituire lo strutto

Che seguiate un’alimentazione vegan o vegetariana oppure vogliate semplicemente tenere sotto controllo il peso corporeo e il livello di colesterolo nel sangue, sostituire lo strutto con altri ingredienti può essere davvero utile o necessario. Ma cosa utilizzare? Vediamo qualche consiglio per imparare a sostituire lo strutto nella nostra alimentazione senza ricorrere a prodotti introvabili o costosi.
Lo strutto è un prodotto molto utilizzato nelle ricette di tipo tradizionale come la piadina, i dolci o taluni tipi di pasta fresca. Si tratta di un grasso animale, derivante da parti del maiale. Il suo utilizzo rende i panificati o i dolci molto friabili e al tempo stesso resistenti all’umidità. Ma quindi come sostituire lo strutto?

LEGGI ANCHE: Cosa mangiano i vegani? Gli alimenti NO e le migliori alternative ai prodotti animali

Sostituire lo strutto con l’olio extravergine d’oliva

Grasso sì, ma di origine vegetale, l’olio extra-vergine d’oliva è una sostituzione ottima e pratica dello strutto. Oltre ad essere in linea con l’alimentazione vegan, l’olio possiede ottime proprietà idratanti e anti-ossidanti e si presta a tutti i tipi di ricette, dalla pasticceria al pastificato secco come pane o impasti per torte dolci e salate. Le porzioni da utilizzare sono di gran lunga ridotte rispetto allo strutto e, per una migliore resa, conviene utilizzare nell’amalgama dei vostri ingredienti, un tuorlo d’uovo per legarli meglio. Anche la margarina è adatta a tutti i tipi di alimentazione in sostituzione dello strutto. Difatti è di origine vegetale e contiene meno calorie, sebbene ricca di grassi insaturi. Tuttavia il sapore è molto intenso e potrebbe non piacere ai palati più delicati. Il costo è molto basso rispetto all’olio e garantisce uguale fragranza per le vostre ricette preferite.

Sostituire lo strutto con olio o burro di cocco

L’olio di cocco (o burro di cocco) è un ingrediente mediamente più costoso dei precedenti ma decisamente pregiato. Viene impiegato anche per la cura del corpo, per ammorbidire la pelle e per restituire lucentezza ai capelli. Si tratta di olio non raffinato che si presenta allo stato solido a temperatura ambiente. Viene realizzato dalla polpa del cocco ed è ricco di grassi saturi, ottimi per contrastare livelli eccessivi di colesterolo nel sangue. Provatelo per saltare i cibi in padella o per la ricetta della piadina romagnola. Aggiungerà un tocco di sapore esotico ai vostri alimenti e non graverà troppo su cosce e fianchi!

Altri suggerimenti dalle ricette della nonna: birra, vino e burro

La ricetta funziona così: utilizzate tre cucchiai di birra o vino per ogni grammo di strutto richiesto nella ricetta e il gioco è fatto. Questi due ingredienti rendono morbidi e saporiti gli alimenti e non interferiscono gravemente sul sistema cardio-vascolare. Sono ottimi per cuocere carni e spezzatini ma anche per impasti da lievitare e per i dolci. Il burro tuttavia è molto grasso e va miscelato con cautela. Il sapore forte rischia di coprire tutti gli altri sapori della ricetta ma è davvero utile come addensante finale per i risotti. Molto meglio della margarina in ogni caso.