Maria Elena Boschi cosce vignetta
|

La vignetta sessista sulle cosce di Maria Elena Boschi

Maria Elena Boschi disegnata con un abito corto, che parla di riforme anche se in realtà esibisce cosce non esattamente in forma. Accanto a un titolo dai toni assai forti come «La Boschi è incostituzionale» sulla prima pagina del Fatto Quotidiano di mercoledì 10 agosto c’è una vignetta di cattivo gusto sul corpo del ministro delle Riforme, enfatizza dal titolo, un gioco di parole tra cose e cosce. Maria Elena Boschi cosce vignetta

MARIA ELENA BOSCHI VIGNETTA SULLE COSCE

A Riccardo Mannelli è scappata la matita. La vignetta realizzata per il Fatto Quotidiano di oggi contro il ministro delle Riforme costituzionali supera il limite che di solito si concede alla satira. Prendere in giro Maria Elena Boschi per le sue idee sulla riforma costituzionale è più che lecito, anzi è benvenuta la satira anche graffiante su certe dichiarazioni dei sostenitori del sì, come dei favorevoli al no. Non si capisce però perchè limitare un’opinione alla semplice denigrazione dell’aspetto fisico di Maria Elena Boschi, lo stato delle sue cosce evidenziate come «cicciottelle», e il suo impegno per spiegare, o propagandare se si preferisce, le ragioni del sì al referendum ridotto a un’esibizione del suo fisico. L’ossessione per l’aspetto fisico delle donne fa scivolare verso il sessismo un quotidiano italiano, una caduta di stile che abbruttisce il dibattito pubblico sul referendum.

LEGGI ANCHE Maria Elena Boschi e le cinque imitazioni «sessiste» che non ricordi