flavio zerella
|

Flavio Zerella: manuale per cavarsela quando la tua fidanzata ti scopre (e tu hai palesemente torto)

C’è un uomo che più di tutti è destinato a rimanere nei cuori dei telespettatori di Temptation Island 2016. Tanto quanto ci è rimasta Aurora Betti: si tratta di Flavio Zerella.

LEGGI ANCHE Temptation Island 2016: mistero sul 21 di Flavio Zerella. Il tatuaggio non compare nelle foto su Instagram

 

FLAVIO ZERELLA: CHI E’ IL FIDANZATO DI ROBERTA A TEMPTATION ISLAND

Ma chi è Flavio?  Legato da sei anni a Roberta Mercurio, è di Benevento come la sua (ex?) ragazza. Lui ha 27 anni e lavora in discoteca, lei di anni ne ha 26 e in passato ha partecipato a Miss Italia. Lei, durante la loro lunga relazione, scopre che Flavio la tradisce ripetutamente con diverse ragazze. Scoppia un crisi, grossa, alla fine della quale la ragazza lo perdona. I due hanno vissuto serenamente gli ultimi quattro anni insieme. Roberta però non si fida così decide di testarlo a Temptation Island. Premessa: non sei un vero Flavio se non hai a che fare con serate in discoteca, tatuaggi e sopratutto se non fai il segno della vittoria nelle foto. 

guarda la gallery:

(foto via flaviozerella_official)

LEGGI ANCHE Che fine hanno fatto le coppie di Temptation Island 2015?

 

PRIMA REGOLA DEL FLAVIO: METTERE IL PIEDE IN DUE SCARPE

Dicevamo, metterlo alla prova no? Ecco. Flavio si è fatto riconoscere subito nel reality Mediaset. Inizialmente come latin lover poi puntando la sua preda preferita: la single Diana, con cui ha stretto un rapporto che sembra andare oltre la semplice amicizia.   

flavio zerella

Lui si fa autenticamente trascinare dalla bionda tentatrice. Esce con lei, le fa i complimenti. Le dedica, con un sadismo più unico che raro, la stessa canzone che ha dedicato alla ragazza Roberta. Si fa un tatuaggio con la single Diana. Uguale: 

21, come i giorni che sto qui, che mi hanno cambiato la vita…

E sopratutto è diventato celebre per certe richieste…

SECONDA REGOLA DEL FLAVIO: PRETENDERE LE TUE PRETESE. SEMPRE

Oltre a pretendere la coda a cavallo e il rossetto per la single Diana è l’unico che, in torto marcio, si lamenta del fatto che la sua fidanzata lo chiami al confronto facendogli saltare il weekend con la single:

Sembra una pretesa assurda ma mica tanto. Flavio è quello che, durante il programma, ha promesso a Diana di beccarla fuori, qualsiasi sia la scelta che lui farà.

TERZA REGOLA DEL FLAVIO. NEGARE, NEGARE FINO ALL’ULTIMO

Una delle caratteristiche più notevoli del Zerella è respingere al mittente tutte le accuse ricevute, smentendo ciò che è stato detto in determinate occasioni. Tipo….  

Stasera non la sto pensando proprio… (Flavio alla single Diana parlando della sua ragazza)

Ecco Flavio ha negato di aver detto una cosa del genere. Peccato che essendo un programma  registrato ci siano telecamere ovunque. E il confronto con la ragazza davanti al falò è uno dei momenti più interessanti del programma Mediaset. 

Il tatuaggio fatto con la single? «Una cosa mia, anche se lo abbiamo condiviso insieme. Mi andava di farlo». L’abilità del Flavio è dare ragione all’avversario e alla fine dire l’impensabile…

Io ho fatto un percorso. L’ho fatto pensando a te

«Mi sono lasciato andare dal contesto», è una delle frasi difensive più utilizzate. Altra tecnica è addossare la colpa alla ragazza che si sente tradita: «Ho visto le immagini di quello che ti accarezzava i capelli, mi sono innervosito. Ho voluto giocare anche io». Secondo la filosofia Zerella un semplice gesto equivale a settimane in cui Roberta si è sentita decisamente cornuta.

Ma io non ho mai mancato di rispetto. Avevo bisogno di un punto riferimento

Semplice no? Bisogna avere una certa faccia tosta. Non è facile ma non è impossibile. Negare tutto: coda, rossetto, promesse, significati di tatuaggi, messaggi. Fino alla fine. Unico difetto del Zerella è che spesso ha dimenticato le telecamere o era ingenuamente convinto che queste non ci fossero. Il Zerella style è collaudato da diversi anni e si può applicare su diverse storie. Non sempre però riesce alla perfezione.