Il supermercato che trasmette porno

di - 25/02/2012 - Le Tv al plasma di una catena di negozi hanno mandato in onda immagini a luci rosse dopo essere state colpite dagli hacker Alcuni clienti erano scioccati, altri indignati, altri invece probabilmente felici, quando sulle televisioni al plasma esposte in

Le Tv al plasma di una catena di negozi hanno mandato in onda immagini a luci rosse dopo essere state colpite dagli hacker

Alcuni clienti erano scioccati, altri indignati, altri invece probabilmente felici, quando sulle televisioni al plasma esposte in un supermercato della South Carolina sono state trasmesse immagini di un film porno. Un errore e non una scelta pubblicitaria, che ha fatto discutere la cittadina del Sud degli Stati Uniti, territorio noto tra le altre cose per il suo orientamento cristiano fondamentalista.

PORNO DURANTE LA SPESA - La Tv locale WSPA ha parlato con una cliente ancora scioccata dalla vista del filmetto a luci rose. “Immagini di pornografia estrema”, così si è espressa la donna su quanto era stato trasmesso dalle televisioni al plasma esposte in un dipartimento di una filiale di Best Buy, una catena di negozi americana. La donna è rimasta particolarmente colpita anche perchè non aveva mai visto un film a luci rosse, e l’esperienza l’ha particolarmente colpita, così tanto che non è riuscita a trovare le parole giuste per esprimere il suo sdegno. La donna intervistata si trovava vicino alla televisioni con gli schermi da 55 centimetri, insieme con il figlio e i nipotini, quando all’improvviso sono comparse le immagini di una coppia che faceva sesso. Il film pornografico è stato visto da numerose famiglie, come ha confessato con senso di scoramento il responsabile della filiale di Best Buy. Il supermercato ha immediatamente cercato di spegnere le televisioni, ma il film è andato avanti abbastanza per far scappare un po’ di persone. Best Buy si è immediatamente scusata pubblicamente, con tanto di conferenza stampa convocata sull’accaduto.

HACKERAGGIO PORNOGRAFICO – Le Tv che hanno trasmesso il film porno sono dotate di tecnologia W-Lan, e quindi sono state vittima di un atto di hackeraggio. Il collegamento senza fili è stato utilizzato da due hacker che hanno così trovato la chiave per trasmettere le immagini di un film porno alle televisioni ultramoderne, in una giornata di tranquillo shopping. Best Buy però non ha chiarito se i “colpevoli” del caso siano già stati identificati, e si è scusata per l’accaduto, evidenziando come il proprio personale abbia fatto di tutto per far finire la trasmissione a luci rosse che ha decisamente riscaldato l’ambiente nel supermercato americano.

4 Commenti

  1. giorg scrive:

    Tv da 55centimetri?

  2. Mauro scrive:

    55 cm di schermo ma misurato in diagonale caro giorg… detto da un esperto in materia

  3. jet scrive:

    …i commessi subito dopo hanno ripristinato le solite immagini di sempre in cui uno dei nostri eroi d’azione spappola il cranio al cattivo e fa battute sulle cervella riverse sul selciato ancora pulsanti e grondanti sangue….
    le famiglie si sono subito tranquillizzate e tutto è tornato alla normalità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

papa a mensa 5

Il Papa mangia alla mensa del Vaticano

15:32 Il Pontefice non è nuovo a frequentare le mense, da quelle della Caritas a quelle di altre associazioni ne ha già testate molte, ma oggi ha deciso di pranzare per la prima volta in quella di Radio Vaticana. Si è messo in fila con il suo vassoio, CONTINUA

emilio_fede

Emilio Fede espulso dal “suo” movimento

14:36 Emilio Fede è sempre in grado di stupire. In negativo o in positivo. Quel che è certo è che non lascia indifferenti. Questa volta quello dell’ex direttore del TG4 è una sorta di record. Infatti, Fede è riuscito nell’impresa di farsi CONTINUA