festa delle donne
|

Festa della donna, cosa significano i video di Google

Festa della donna. Non solo la celebrazione della forza delle donne nel passato, ma sopratutto la potenzialità delle donne nel futuro: è l’8 Marzo di Google che presenta oggi un doodle diverso dal solito per la Festa della Donna, è la campagna #OneDayIWill. «Quest’anno», dicono da Mountain View, «abbiamo voluto celebrare le donne del futuro. Abbiamo preso le telecamere e le nostre matite e abbiamo visitato 13 paesi dove abbiamo parlato a 337 donne e ragazze e abbiamo chiesto a loro di completare la frase: “Un giorno io…”». I sogni delle donne di tutto il mondo sono dunque al centro della festa delle Donne 2016 secondo Google.

L’8 MARZO DI GOOGLE: «UN GIORNO…»

«Un giorno avrò il mio laboratorio», dice una giovane;  «un giorno discuterò dell’ambiente con Papa Francesco», è il sogno di Jane Goodall, etologa e zoologa inglese;  «un giorno tutte le bambine andranno a scuola», dice Malala Yousafzai; «un giorno ci sposeremo», dicono due ragazze.

Bambine e adulte, ragazze, mamme e anziane hanno parlato da San Francisco, Rio de Janeiro, Città del Messico, Lagos, Mosca, Il Cairo, Berlino, Londra , Parigi, Jakarta, Bangkok rispondendo alle telecamere di Google che ha fatto in modo di avere il più possibile dei team di ripresa interamente femminili per “potenziare” l’effetto; le ragazze e le donne hanno condiviso «aspirazioni di ogni genere, da quelle più personali – nuotare coi maiali alle Bahamas – a quelle più globali – dare una voce a chi non ha voce – fino a tutto ciò che si trova nel mezzo».

LEGGI ANCHE: Le bufale più note sull’8 marzo

La campagna di Google #OneDayIWill continua sui social e su Twitter.