Primarie Milano 2016 Sala Il Giornale
|

PRIMARIE MILANO 2016: VINCE GIUSEPPE SALA

Risultati primarie Milano: voti, preferenze, exit poll e news sulla scelta del candidato Pd per le Elezioni 2016

23.48 – Finisce così la corsa delle Primarie Milano 2016. Giuseppe Sala è ufficialmente il candidato della coalizione di centrosinistra. Il successo non deve però far passare in secondo piano quelli che sembrano problemi chiari e difficile soluzione, a partire dal calo dei votanti, 7.000 in meno rispetto al 2011, anno della sfida Pisapia-Boeri. In secondo luogo è necessario sottolineare come Francesca Balzani abbia tenuto decisamente botta rispetto all’ex Commissario Unico di Expo. La distanza inferiore a 9 punti percentuali era assolutamente non pronosticata e non pronosticabile alla vigilia. Giuliano Pisapia si è rammaricato sia della candidatura tardiva sia del mancato appoggio al suo vicesindaco. Vicesindaco che non ha mancato di attaccare Pierfrancesco Majorino colpevole di non aver prodotto un ticket vincente, Majorino che invece si dichiara soddisfatto del suo risultato nelle Primarie Milano 2016. Certo se l’opposizione a Sala avesse trovato una sintesi noi oggi probabilmente non parleremo del successo del candidato di “segreteria”. Segreteria che, nella persona di Matteo Renzi, ha espresso la sua felicità per il risultato. Ora comincia la sfida vera contro probabilmente Stefano Parisi, manager che dovrebbe essere annunciato dal centrodestra venerdì 12 febbraio. Inizia una nuova sfida, una nuova battaglia dopo le Primarie Milano 2016. Sarà importante vedere se la coalizione di centrosinistra terrà fino ad allora. Viste le prime reazioni potrebbe non essere così scontato.

23.22 – Pierfrancesco Majorino non sembra rammaricato del terzo posto nelle Primarie Milano 2016 e anzi si dichiara pronto alla nuova sfida al servizio di Giuseppe Sala: “Sono molto soddisfatto del risultato, molti non immaginavano un risultato di questo tipo. L’unica ossessione adesso deve essere vincere contro il centrodestra. Sto molto bene in questo centrosinistra, sono molto contento. Il ticket con Balzani? Una sommatoria algebrica è impossibile farla, mi pare che nessuna di noi ha preso poco, smettiamo di dire cosa si poteva fare. Mi sono candidato da luglio, ora tutti uniti per la vera sfida di giugno con Beppe Sala.

23.20 – Francesca Balzani sembra faccia fatica ad accettare il risultato delle Primarie Milano 2016: “Sono molto rammaricata. Fino all’ultimo giorno ho continuato a ripetere a Piefrancesco Majorino che la porta era aperta. Tra le tante realtà dei numeri, c’panche questa. Per me e per molti milanesi è una nota di rammarico”.

23.17 – Giuliano Pisapia, sindaco uscente, accetta il verdetto delle primarie: “Un risultato positivo, sono contento di come è andata Francesca Balzani e complimenti a Sala per il suo successo. Con un elettorato che dà un forte segnale a sinistra non puo’ non esserci continuità. Sono state primarie partecipare e combattive. Il sindaco, come gli altri candidati, sosterrà Sala”

23.15 – Parla Giuseppe Sala, vincitore delle Primarie Milano 2016. “Sono felice, responsabilizzato. Ma la cosa piu’ importante è che ha veramente vinto Milano. Che in una giornata di pioggia, difficile, Milano ha completato le primarie, le ha fatte bene, con quattro partecipanti, tanta gente. Insomma è un altro punto a favore di Milano. Quanto a me sono felice ovviamente. Ma da domani mattina si ricomincia”.

23.13 – Il voto definitivo delle Primarie Milano 2016 per percentuali: Sala 42,28%. Francesca Balzani 33,97%, Pierfrancesco Majorino 23,02%, Antonio Iannetta 0,73%

23.10 – Applausi a scena aperta e “Heroes” di David Bowie per Giuseppe Sala all’Elfo Puccini:

23.04 – A proposito di futuro incerto per la coalizione. Pierfrancesco Majorino, terzo, è stato accolto con applausi e pacche sulle spalle all’Elfo Puccini. In molti hanno sospettato che la sua candidatura avrebbe avuto l’effetto di “spezzare” il fronte Anti-Sala. Cosa succederà?

23.01 – Comunicato il dato finale sull’affulenza. A queste primarie hanno partecipato 60.900 persone, circa settemila in meno rispetto a cinque anni fa. C’è stata una contrazione del 10 per cento. Verrà tenuto conto di questo dato politico?

22.59 – E come dicevamo Francesca Balzani lancia la stoccata a Pierfrancesco Majorino: “Sono rammaricata, gli ho sempre detto che la porta era aperta”

22.55 – I candidati a queste Primarie sono tutti insieme all’Elfo Puccini. Si vede però l’assenza di pubblico e sostenitori. Sono state primarie in sordina e i voti presi da Sala rappresentano una debolezza anziché una forza. Sarà importantissimo capire cosa accadrà e se la coalizione sarà davvero unita per la sfida di giugno, sfida che appare improvvisamente molto più impegnativa di quanto non si immaginasse.

22.53 – Maurizio Martina celebra la vittoria di Giuseppe Sala:

22.46 – Intanto Il Giornale saluta così la vittoria di Giuseppe Sala. Primarie Milano 2016 22.41 – Intanto si fanno vedere le facce dei candidati. Spicca, a quanto pare, la serenità di Pierfrancesco Majorino.

22.33 – Dopo parecchia attesa arriva il dato a 95,8 percento delle sezioni scrutinate. 56.251 voti, Giuseppe Sala ha raccolto 23.674 preferenze, Francesca Balzani 19.059, Majorino 12.957, Iannetta 410 voti.

22.23 – Maurizio Martina porta con sé la soddisfazione del Presidente del Consiglio: “Ho sentito Renzi, è molto contento”.

22.19 – Arrivano le congratulazioni al vincitore di Francesca Balzani: “Complimenti a Sala, spero di iniziare presto a ragionare con lui per arrivare insieme vittoriosi a giugno”.

22.15 – Giuseppe Sala ha vinto le Primarie di Milano.

22.12 – Dopo 140 sezioni scrutinate su 160 (87,5 per cento dei seggi) Giuseppe Sala, ormai vincitore delle Primarie del Pd a Milano, ha 20.650 voti, Francesca Balzani 16.720. Pierfrancesco Majorino 11.522, Antonio Iannetta 361. 49.390 voti complessivi.

22.06 – Francesca Balzani arriva all’Elfo Puccini. Intanto manca ancora il dato effettivo dei votanti e delle preferenze. Si puo’ presumere che abbiano partecipato a queste primarie circa 52.000 persone, 15.000 in meno rispetto al 2011.

22.04 – La macchina delle primarie si muove verso il teatro Elfo Puccini. Vengono dati in arrivo i candidati Sala e Balzani insieme ai loro sostenitori.

21.54 – Arrivano i dati dello spoglio col 78,1 per cento di seggi scrutinati. Sala davanti con 18.012 punti, seconda Balzani con 14.976 voti, terzo Majorino con 10.313, quarto Iannetta con 321 voti. Votanti complessivi 43.748.

21.48 – Sarà la pioggia ma la foto all’esterno del teatro Puccini, “casa” delle Primarie milanesi dimostra come non ci sia trasporto in città, eccezion fatta per coloro che hanno votato. Peraltro manca ancora un dato ufficiale su coloro che hanno espresso la propria opinione.

21.43 – Queste le percentuali dei votanti:

21.37 – Arrivano i dati reali al 63,8 per cento delle sezioni scrutinate. A giudicare dai numeri sono arrivati i dati di quelle più grosse. Giuseppe Sala ha 13.196 voti, Balzani 11.707, Majorino 8.118, Iannetta 250.

21.36 – Clima teso anche in Piazza Oberdan, sede del comitato di Francesca Balzani. La faccia di Stefano Boeri dice tutto.

21.29 – Il clima non dev’essere dei migliori al comitato di Giuseppe Sala. Il candidato si è trincerato in una stanza dopo che, ad inizio spoglio, aveva mostrato qualche timido sorriso.

21.28 – A quanto pare invece Giuseppe Sala ha fatto il pieno in…Montenapoleone, Zona 1

21.27 – Intanto Francesca Balzani conquista qualche sezione.

21.23 – Superato il 50 per cento dei seggi scrutinati. Siamo al 51,3 e questa è la situazione!

21.06 – Al 31,3 per cento dei seggi scrutinati Giuseppe Sala ha 4.552 voti (40 per cento), Balzani 3.891 (34 per cento), Majorino 2.863 (25 per cento), Iannetta 101 (1 per cento). Voti validi 11.407.

21.00 – Continua il recupero di Francesca Balzani.

Sala 39,9% Balzani 34,1% Majorino 25,1% Iannetta 0,9% (11.407 voti)

20.58 – Intanto Umberto Ambrosoli, a capo del comitato elettorale di Giuseppe Sala, è tutto un friccichio:

20.55 – Ora la segreteria del Pd dovrà spiegare come intende conciliare il risultato di Giuseppe Sala con quelle che almeno in apparenza sembrano essere le differenze inconciliabili tra l’ex commissario Expo, Francesca Balzani e Pierfrancesco Majorino. C’è il rischio che molto elettorato si perda per strada con una partecipazione risibile alle prossime elezioni.

20.53 – Francesca Balzani si riavvicina nuovamente a Giuseppe Sala. Il distacco al momento è inferiore ai 7 punti percentuali.

20.50 – Un altro dato da non sottovalutare è rappresentato dall’affluenza: si viaggia intorno al limite psicologico dei 50.000. E dopo il 10 per cento delle schede scrutinate questa è la situazione:

20.48 – Continuano ad arrivare i dati ufficiali:

20.46 – Il dato politico è chiaro. Giuseppe Sala vince ma come candidato di minoranza. Una sconfitta per il Partito Democratico. Se ci fosse stata una sintesi tra Francesca Balzani e Pierfrancesco Majorino avremmo avuto un altro risultato. 20.39 – Diminuisce ancora la forbice tra Giuseppe Sala e Francesca Balzani!

20.33 – Prosegue lo spoglio e si assottiglia la distanza tra Giuseppe Sala e Francesca Balzani!

Sala 40,8% Balzani 33,1% Majorino 25,2% Iannetta 0,8% (1.937 voti)

20.29 – Arrivano i primi dati ufficiali: Sala 42,0% Balzani 33,1% Majorino 24,0% Iannetta 0,9% (1.434 voti) 20.25 – Francesca Balzani parla ormai da sconfitta:

20.16 – Arrivano le prime congratulazioni per la vittoria di Giuseppe Sala, da parte del deputato Forza Italia Francesco Giro:

20.15 – I dati dello spoglio di una sezione Pd di Milano:

20.14 – A proposito degli exit poll, questo è stato realizzato da 100 studenti dell’Università degli Studi di Milano con oltre 3000 interviste su un campione ampiamente rappresentativo di 51 sedi di voto sulle 150 complessive 20.12 – Francesca Balzani è arrivata al suo comitato elettorale. Gli exit poll non lasciano speranze alla persona scelta da Giuliano Pisapia per la sua successione.

20.08 – Questi i risultati secondo gli exit poll a cura della Statale di Milano con le forchette: Sala 39-42%, Balzani 32-35%, Majorino 23-26%, Iannetta 0-2 20.01 – I primi exit poll riportati da Youtrend danno Giuseppe Sala (41 per cento) in netto vantaggio su Francesca Balzani (33 per cento), Pierfrancesco Majorino (25 per cento) e Antonio Iannetta (1 per cento). Il margine d’errore è del tre per cento in più o in meno!

20.00 – CHIUDONO I SEGGI! Ora aspettiamo gli exit poll! 19.45 – Gadget di Pierfrancesco Majorino: parentesi graffe a mo’ di baffi.

19.41 – Primi arrivi anche al comitato elettorale di Majorino.

19.37 – Attesa alla sede del comitato pro Sala.

19.29 – I seggi chiudono alle 20.00. Da quel momento attesa per gli exit poll e le prime parole dei protagonisti. 19.21 – Alla sede del Comitato Elettorale di Giuseppe Sala al momento sono presenti il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e i deputati Pd Lia Quartapelle e Emanuele Fiano.

19.12 – Alle ore 16.00 l’affluenza nei 151 seggi è stata di 41.420 persone. Al momento sembra si sia ben lontani dalle 65.000 schede votate nel 2011. in occasione della sfida Boeri-Pisapia. Segnalata anche una minore presenza di votanti cinesi ai seggi dopo le polemiche di ieri legate a una presenza massiccia di asiatici poveri di italiano ma con in mano volantini di Giuseppe Sala. 

Primarie Milano 2016: il momento è arrivato. Dopo una campagna elettorale vissuta in sordina dalla città, il Partito Democratico decide con lo strumento delle primarie chi correrà per provare a raccogliere l’eredità di Giuliano Pisapia a Palazzo Marino alle Elezioni 2016. Grande favorito della vigilia è Giuseppe Sala, già commissario straordinario di Expo. Per il secondo posto è facile prevedere una sfida sul filo dei decimali tra Francesca Balzani, fresca di endorsement da parte di Giuliano Pisapia e l’assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino. Buon ultimo il quarto “commensale”, Antonio Iannetta.

PRIMARIE MILANO 2016: LA SFIDA DEL POST CONSULTAZIONE

Primarie Milano 2016: con la nomina del candidato del centrosinistra la coalizione potrà pensare con serenità alla corsa per le Elezioni Milano 2016. Il nome del vincitore è atteso anche dal centrodestra che si prepara a confermare la nomina di Stefano Parisi che potrebbe essere confermato venerdì 12 febbraio a una cena elettorale a Villa Gernetto. Terzo incomodo ma già parecchio staccato è Corrado Passera, seguito da Patrizia Bedori, vincitrice delle primarie del Movimento 5 Stelle ma invisa ai leader che sembra la ritengano non in grado di contrastare le due grandi “superpotenze”. Il test di Milano assume una rilevanza importante anche a livello nazionale. Se il Pd terrà allora anche il governo Renzi sarà più saldo. Altrimenti gli equilibri sono destinati a mutare repentinamente.

PRIMARIE MILANO 2016
Da sinistra: Francesca Balzani, Giuseppe Sala, Pierfrancesco Majorino, Antonio Iannetta (ANSA/MOURAD BALTI TOUATI)

SEGUI LO SPECIALE DI GIORNALETTISMO: ELEZIONI 2016

PRIMARIE MILANO 2016, I SONDAGGI INCORONANO GIUSEPPE SALA

Primarie Milano 2016: Giuseppe Sala secondo gli ultimi sondaggi potrebbe essere davvero il nome scelto dal popolo di centrosinistra per provare a raccogliere l’eredità di Giuliano Pisapia. L’ex commissario straordinario di Expo stando alla rilevazione dell’Ipsos di Nando Pagnoncelli effettuata tra il 18 e il 21 gennaio per il Corriere della Sera Giuseppe Sala avrebbe il 49 per cento dei consensi. Al secondo posto si piazzerebbe Francesca Balzani (19 per cento) mentre terzo sarebbe Pierfrancesco Majorino (15 per cento), con un 16 per cento di indecisi da considerarsi nel campione. Ed è quel dato a preoccupare maggiormente il Pd. A Milano si stima una partecipazione di 65.000 elettori. Sotto questa soglia si potrebbe parlare di un problema politico. Se Sala dovesse vincere con 50.000 votanti totali allora per i democratici sarebbe davvero un problema.