germania 2006
|

Germania 2006, Franz Beckenbauer coinvolto nello scandalo corruzione

Germania 2006

, dopo le dimissioni del presidente della Federcalcio tedesca Wolfgang Niersbach si è aggravata la posizione di Franz Beckenbauer, il presidente del comitato organizzatore di Germania 2006. Il più forte giocatore della storia del calcio tedesco avrebbe firmato il contratto che secondo la procura di Francoforte sul Meno proverebbe la tentata corruzione per l’assegnazione dei Mondiali vinti dall’Italia di Marcello Lippi.

GERMANIA 2006 FRANZ BECKENBAUER

Franz Beckenbauer ha firmato il documento che proverebbe la presunta corruzione della Germania per ottenere l’assegnazione dei Mondiali del 2006. Lo rivela Bild Zeitung, che spiega come il presidente del comitato organizzatore di Germania 2006 avrebbe firmato un contratto, datato 6 luglio 2000, con un membro del comitato esecutivo della Fifa, Jack Warner, all’epoca capo della federazione nordamericana Concacaf . Questo documento è stato trovato dagli inquirenti durante la perquisizione negli uffici della Federcalcio tedesca condotta dalla procura di Francoforte. Formalmente l’accordo è stato poi siglato da Fedor Radmann, collaboratore storico di Franz Beckenbauer e membro del comitato organizzatore di Germania 2006. Questo contratto non sarebbe legato ai fondi neri garantiti dall’allora capo dell’Adidas, ma indicherebbe una tentata corruzione. La scoperta di questo contratto preliminare tra Warner e i vertici della Federcalcio tedesca avrebbe provocato l’addio di Wolfgang Niersbach. A differenza dell’ex capo della DFB , Franz Beckenbauer non è indagato dalla procura di Francoforte.

LEGGI ANCHE

«La Germania ha comprato i Mondiali del 2006»

Fifa, Joseph Blatter sospeso provvisoriamente per 90 giorni

Al-Sabah, lo sceicco che domina Fifa e Cio

GERMANIA 2006 CORRUZIONE

Lo scandalo sull’assegnazione di Germania 2006 aveva portato alle dimissioni del presidente della Federcalcio tedesca DFB, Wolfgang Niersbach. I vertici del calcio mondiale sono stati travolti dalle accuse di corruzione spiccate dalla magistratura internazionale in questi ultimi mesi. Da diverse settimane la procura di Francoforte sul Meno indaga sui fondi neri, garantiti dal passato patron dell’Adidas, ora scomparso, della DFB che avrebbero permesso di “comprare” l’organizzazione dei Mondiali del 2006. La sede della Federcalcio tedesca è stata recentemente oggetto di un’approfondita perquisizione. Anche l’abitazione privata di Wolfgang Niersbach, indagato come il suo predecessore alla guida della DFB, è stata perquisita. L’intervento della magistratura, dopo le rivelazioni pubblicate per primo da Der Spiegel, hanno creato una forte pressione sui vertici della Federcalcio tedesca. Il presidente della DFB ha spiegato che le sue dimissioni non siano affatto un’ammissione di colpevolezza, rimarcando come i Mondiali 2006 siano stati organizzati in maniera limpida.

Photo credit: Christof Koepsel/Getty Images