Genoa-Milan
|

“Foto hard, denunciato Mario Balotelli”

Nuovi guai per Mario Balotelli secondo la Prealpina, che ne numero di oggi riporta un fatto curioso che avrebbe l’attaccante del Milano come protagonista

MARIO BALOTELLI E LE FOTO HARD

Ecco cosa dice la Prealpina

Lo scorso agosto il calciatore, che attualmente milita nel Milan, è stato denunciato alla procura di Busto dalla sua ex, una quarantenne della zona con la quale l’attaccante avrebbe avuto una relazione di un paio di anni. La notizia è trapelata nei giorni scorsi da ambienti vicini ai protagonisti della vicenda […] il venticinquenne avrebbe divulgato le foto più intime che la donna gli aveva mandato, girandole probabilmente a colleghi della serie A e ad amici del jet set milanese fino ad arrivare nelle mani sbagliate. Quelle di qualcuno che le avrebbe poi pubblicate su Facebook. Uno shock per la vittima […] e ciò che è peggio è che pure sua figlia, appena tredicenne, venne a conoscenza di quelle immagini.

Balotelli, stando al legale della donna (Giovanni Tonelli) non avrebbe fatto nulla per far sparire le foto da qualsiasi circuito mediale, come richiesto dalla donna, da qui la denuncia. Nessun commento da parte di Mario Balotelli

«La mia assistita», sottolinea l’avvocato Tonelli, «rimarrà sempre segnata da questa vicenda. È andata in cura, ha perso venti chili in pochi mesi, la figlia ha avuto contraccolpi. Entrambe hanno patito molto questa vicenda e ci batteremo per andare fino in fondo e non lasciarla impunita». Balotelli e la quarantenne si sarebbero frequentati per un paio di anni e, precisa l’avvocato, la loro sarebbe stata una relazione seria, intensa, fatta di promesse e di grandi dichiarazioni d’amore. In quel periodo il giocatore era ufficialmente legato alla ex compagna, «ma aveva fatto intendere alla mia assistita che lo faceva solo per il bene della figlia che avevano avuto. Aveva anche preso casa nel Varesotto per restarle accanto. E lei gli credeva, era molto innamorata di lui al punto che quando ha saputo che fine avevano fatto le sue foto, in un primo momento era quasi disposta a perdonarlo».