matteo salvini rifiutato
|

Matteo Salvini «rifiutato» dalla Nigeria

Matteo Salvini non può più partire in Nigeria. «Avevo pronta la valigia – racconta il leader della Lega Nord – con una delegazione di imprenditori che avrebbero voluto portare lavoro e investimenti in un paese che potrebbe essere ricchissimo. Evidentemente a qualcuno dava fastidio e quindi ho ritirato il passaporto senza il visto. Forse per qualcuno era una missione scomoda». Il segretario federale racconta così il rifiuto ricevuto ai microfoni di Radio Padania.

LEGGI ANCHE: Salvini rinnega Bossi e poi ci ripensa

MATTEO SALVINI RIFIUTATO: VISTO NEGATO PER LA NIGERIA

– «Lì avremmo anche rischiato la nostra incolumità fisica, in una terra ricca ma che presenta dei problemi sociali non indifferenti», ha spiegato il leader del Carroccio. «Il giorno prima della partenza ci hanno detto ‘non si parte’. Avevo anche fatto la vaccinazione contro la febbre gialla, stando a letto due giorni. Vuol dire che gli italiani che vogliono portare lavoro e sviluppo in Nigeria – ha aggiunto Salvini – lo faranno la prossima volta».
Salvini stava lavorando da mesi a una missione di 4 giorni in Nigeria, fissata a partire da domani, per dimostrare che si possono «aiutare a casa loro» gli immigrati. «Avremmo voluto andare a testimoniare la solidarietà vera e concreta», ha detto il segretario della Lega, aggiungendo che il visto sarebbe stato negato “a tutti” i componenti della delegazione, formata da “imprenditori e assessori regionali” del Nord. Salvini si è detto rammaricato ma ha assicurato che sta già organizzando altre missioni nei Paesi di partenza dei migranti, a partire dal Marocco.

(foto ANSA/ FABIO CAMPANA)