La bufala del neonato tatuato

Pubblicata in America e in Italia. In realtà era una bambola

Un neonato tatuato è una notizia ghiotta. Una bambola tatuata, invece, meno. La bufala viene pubblicata da una radio locale e ripresa in Italia da Leggo:

Ha tatuato suo figlio di appena 9 mesi e per questo è stata arrestata. L’incredibile vicenda si è svolta ad Albany, nello stato di New York, dove una donna, Trokerns Franny, ha fatto incidere sul corpo del piccolino un tribale (la foto è a puro titolo simbolico). L’autore materiale del tatuaggio è stato il compagno della donna che per mestiere fa il tatuatore.
Ad accorgersi di quanto accaduto, la baby sitter della coppia che non riusciva a capire il motivo del pianto del piccolo. Una volta scoperto il fattaccio, ha chiamato la polizia e la donna, che fa la spogliarellista, è stata arrestata. La notizia è stata riportata dalla radio locale Kiss FM 96.9 che ne ha scritto anche sul suo sito internet.

Ed ecco la foto:

Solo che, scrive il sito Pianetadonna, quella della foto è una bambola e non un neonato:

Pochi minuti dopo che diversi siti web hanno pubblicato  la notizia ci è arrivata la segnalazione di una Pianetina. Si tratta un fake. Il bambino è una bambola.

E la foto è ripresa da questa opera di Jason Clay Lewis:

Cose che capitano su internet.

Edit: qualcuno vorrebbe far passare per “simbolica” la foto pubblicata dalle fonti italiane della bufala. La fonte originale (risalente, tra l’altro, al 14 dicembre), NON dice che la foto era simbolica; anzi, fa parte integrante della “notizia”. Leggete qui. La cosa divertente è che anche nei commenti del pezzo (risalenti a un mese fa) tutti facevano notare che la foto era un fake. Ecco uno stamp:

Edit2: a ulteriore riprova dell’aggiunta successiva (probabilmente al post su Pianeta Donna), ecco il link alla cache di Google, che dimostra che la dicitura “la foto è indicativa” è stata aggiunta dopo: