“La figlia di Beyoncè è nata da Satana!”

Il complottismo più veloce della storia colpisce una bambina innocente Siamo ormai abituati a teorie del complotto di ogni sorta...

Il complottismo più veloce della storia colpisce una bambina innocente

Siamo ormai abituati a teorie del complotto di ogni sorta e tipo: sul premier Mario Monti, sul nuovo ordine globale, sull’11 settembre 2011, sul Bilderberg e sulla Trilaterale. Quasi mai c’è margine per credere che i complottisti abbiano ragione, poi arriva un caso in cui invece la mente complottarda ha evidentemente ragione, e quello che raccontiamo è sicuramente uno di questi. Lo sapevate? La popstar Beyoncè, felicemente sposata da qualche anno con il rapper Jay-Z, ha dato alla luce nelle scorse ore la loro bimba, Blue Ivy Carter (nella foto qui a fianco in un fotomontaggio più che generoso, data l’identità del suo vero padre che vedremo fra poco).

ILLUMINATI – Sarà di certo un momento bellissimo per la coppia: se non fosse che qualcuno li ha già beccati. I due artisti, infatti, sono notoriamente (non lo sapevate?) degli agenti degli Illuminati, la nota setta massonica dedita al culto del Male, e ne sono talmente appassionati da mettere alla propria figlia un nome assolutamente in tema: secondo la rete, che nelle scorse ore è letteralmente impazzita, il nome Ivy Blue significherebbe Illuminati’s Very Youngest, Born Living Under Evil (“la più giovane degli Illuminati, nata viva dal Male”). Insomma, figlia degli Illuminati e figlia di Satana: non solo, i sapientoni del controllo mondiale e dell’occultismo hanno anche capito che il nome della bimba, letto al contrario, dunque “EULB YVI”, significherebbe in Latino “figlia del Demonio”. Tutta la rete globale parla della figlia dei due cantanti, nuova Satana in Terra.



Mamma Beyonce, tu che hai affittato l’intero quarto piano del Lennox Hospital di New York, ti abbiamo beccato!

OH WAIT – Non che ce ne fosse bisogno, perché già da molto tempo sapevamo che nei tuoi balletti tu invochi Satana e che dici apertamente che “quando canti sei un’altra persona”, e che hai anche inventato una tua alter-ego demoniaca di nome Sasha Fierce; e anche tuo marito è stato chiamato “veneratore del diavolo”, anche se poi ha smentito tutto. Era normale che chiamaste vostra figlia con questo acronimo misterioso che hanno subito individuato tutti con estrema facilità. Che pensavi, che ci saremmo cascati? Che avremmo dato ascolto a chi propone un’interpretazione assolutamente innocente?

“Blue è un tributo a Jay-Z, che si chiama Shawn Carter, e che ha pubblicato gli album su etichetta Blueprint; il nome contiene quattro lettere, il numero preferito di Beyonce; è il colore che nell’Antico Egitto rappresentava il paradiso, simbolizza l’ispirazione, la sincerità e la spiritualità. Ivy rappresenta l’eternità nel pensiero greco e romano”

Non solo, Ivy, edera, ha le prime due lettere (IV) che sono il numero 4 in cifre romane, e la coppia è ossessionata dal numero 4. Non penserai mica che, insieme a qualche altra anima pia, siamo andati a vedere cosa voglia dire in latino EULB YVI, e abbiamo constatato che non significa assolutamente nulla (“lettere a caso”), né tradotto letteralmente né immesso come pronuncia fonetica (sarà stato un troll su Facebook ad inventare tutto di sana pianta?); e soprattutto, non crederai mica che abbia ragione Gwyneth Paltrow, una delle tue più care amiche, che fa notare al mondo l’errore-bufala in cui tutti sono caduti, visto che il nome della bimba è Blue Ivy, e non Ivy Blue? No, cara Beyoncè, no caro Jay-Z. No cari genitori satanisti, questa volta vi siete traditi.