|

Il tristissimo titolo di Libero sul bimbo morto nella metro a Roma

A corollario di una triste tragedia che ha visto vittima un bimbo di 4 anni, ieri, c’è stato lo sciacallaggio politico di chi non ha esitato a sventolare il cadavere ancora caldo in faccia a questo o quel nemico politico.

Non bastava.

Evidentemente non bastava, altrimenti non si spiegherebbe l’incredibile titolo che Libero ha deciso di dare al pezzo di Franco Bechis di oggi, titolo che si commenta da solo

metro

VEDI Rassegna stampa: le prime pagine di venerdì 10 luglio

Fa il paio con i fischi bestiali a Marino di ieri sera, fischi senza senso, dato che non può essere colpa sua qualsiasi cosa, compreso il caldone africano.

Ma a prescindere da questo, l’idea stessa che si possa pensare a come speculare politicamente sulla morte di un bambino è agghiacciante, da brividi, indegna. Certo che chi ha sbagliato dovrà pagare, certo che bisogna fare una riflessione su come siano ridotte le metro di Roma, ma sono riflessioni che debbono farsi serenamente, e non con la “voglia” di fare fuori questo o quell’avversario.

Approfittarsi di un cadavere per fare propaganda è una cosa ripugnante. Complimenti a chi lo ha fatto.