I “misteriosi” missili in partenza per la Cina

23/12/2011 - di

Sessantanove Patriot terra-aria scovati dai doganieri finlandesi su un cargo Gli ufficiali doganali finlandesi sono “inciampati” in un misterioso carico diretto in Cina. Sessantanove missili Patriot terra-aria sono stati infatti scoperti dalle autorità finlandesi a bordo di una nave da carico

Sessantanove Patriot terra-aria scovati dai doganieri finlandesi su un cargo

Gli ufficiali doganali finlandesi sono “inciampati” in un misterioso carico diretto in Cina. Sessantanove missili Patriot terra-aria sono stati infatti scoperti dalle autorità finlandesi a bordo di una nave da carico – il Liberty Thor – nel porto di Kotka, 120 chilometri ad est di Helsinki sul Mar Baltico. La nave era salpata per il porto di Shanghai.

LA CINA NEGA - Secondo quanto riportato da Le Monde, la Cina ha negato qualsiasi collegamento al lotto di 69 missili Patriot confiscati dalle autorità finlandesi, dicendo che le armi erano destinate alla Corea del sud. “Per quanto ne sappiamo, questi prodotti sono stati fabbricati in Germania e venivano mandati in Corea del sud. Si tratta di una nave britannica che ha lasciato la Germania portando missili Patriot verso la Corea del Sud”, questo è quanto ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri cinese Liu Weimin in una conferenza stampa. Alcuni report sostenevano che i missili fossero destinati alla Cina, ma Liu continua a negare: “Non vedo quale connessione abbia questa nave con la Cina. Pensiamo che sia strano che alcune persone ricolleghino sempre certe cose con la Cina. I fatti sono tutti molto chiari”, ha aggiunto.

LA GERMANIA - A Berlino confermano le spiegazioni cinesi: un portavoce del ministero della Difesa tedesco ha detto che i missili Patriot sono stati procurati dall’esercito tedesco. Ha quindi confermato che erano “per la Corea del Sud” e non diretti in Cina, a seguito di una “vendita legale sulla base di un accordo tra i due Stati”. Oltre ai missili prodotti dalla società americana Raytheon, sono stati trovati a bordo del cargo anche esplosivi e propellenti. In tutto sono state trovate 150 tonnellate di materiale esplosivo chiamato nitroguanidina, che tra l’altro non era stato stivato correttamente. Le autorità finlandesi hanno confiscato tutto ciò che è stato trovato a bordo della nave, hanno arrestato il capitano ucraino e l’amministratore delegato con l’accusa di tentativo di trasporto di missili attraverso la Finlandia senza l’apposito permesso da richiedere alle autorità. La Cina è soggetta ad un embargo sugli armamenti da parte degli Stati Uniti e dell’Unione europea, imposto dopo la sanguinosa repressione contro i dimostranti pro-democrazia a Pechino in piazza Tiananmen nel 1989.

2 Commenti

  1. roberto scrive:

    “La Cina nega”. Eh, certo. Perchè te lo verranno sicuramente a dire.
    Il problema è che quando sono cose che riguardano la Cina se ne parla sempre, se succedesse negli stati uniti, tutto finirebbe in una bolla di sapone.

  2. OK MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando scrive:

    Oltre a missilini..poco visibili.. ci saranno nel mezzo molto probabilmente..anche tanto made in Italy… pezzo di qui bullone di la tanto Italiano c’è nelle varie armi..mondiali..Senza contare le ARMI ITALIANE vendute al mondo intero con tanto di finanziamenti di BANCHE nostrane ITALIANE e di cordata..non contenti della crisi ne compriamo di armi..e mandiamo soldati e soldatesse in missioni MILITARI di pace…meglio utilizzare questi come VIGILI del FUOCO ne vogliono licenziare 20.000!!!!! Inoltre costruendo e vendendo armi l’Italia BELLIGERA in tutte le guerre del MONDO e COMPARTECIPA così ad ogni uccisione ferito fatto con le armi ITALIANE a torto o a ragione!
    Tali elenchi senza gurdare i missili di altre Nazioni..vendute o regalate ad i Cinesi si trovano su :
    http://www.banchearmate.it
    http://www.opalbrescia.it
    http://www.casadellalegalita.org
    Morando

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie