Emilio Fede: «Io condannato, Silvio assolto, spero in una sua telefonata»
|

Emilio Fede: «Io condannato, Silvio assolto, spero in una sua telefonata»

«Condannato a 4 anni e 10 mesi. E non sono pochi. Chiederò a Cesano Boscone di sostituire Berlusconi ai servizi sociali. Si è stabilito che lui non sapeva che fosse minorenne, si è stabilito che ad invitarla ad Arcore la prima volta è stato Lele Mora, dimmi perché ho dovuto per due anni portarmi sulle spalle accusa e condanna per aver indotto alla prostituzione una minorenne». Così Emilio Fede intervistato da Sandro Ruotolo per Servizio Pubblico. L’ex Direttore del Tg4 ripercorre la sua condanna al processo Ruby e l’assoluzione, decisa in Cassazione, per Silvio Berlusconi. Fede si dimostra deluso dalla vicenda, sottolineando come mentre molte persone «da quanto ho letto hanno ricevuto benefici economici il sottoscritto è stato licenziato senza un bonus d’uscita». Fede infine ha parlato del suo rapporto con Berlusconi, un po’ raffreddatosi dopo la vicenda Ruby, mostrando anche in questo caso un po’ d’amarezza: «Qualcuno ha detto la nostra amicizia è sopita. La mia rimane, la sua è un po’ latitante. Ora che è stato assolto, magari mi farà una telefonata. Non mi serve».

(Photocredit copertina Serviziopubblico.it)

 

LEGGI ANCHE: Il giallo di Mediaset che licenzia e lascia in mezzo alla strada Emilio Fede