|

Primarie Campania, ha vinto De Luca, battuto Cozzolino

00.57 Mentre tutti si affannano a proclamare la vittoria di Vincenzo De Luca, Cozzolino non “riconosce” la sconfitta come avviene in questi casi. Ecco il comunicato diramato dal suo ufficio Stampa: «La nostra vittoria a Napoli e provincia è nell’ordine di diverse migliaia di voti. I dati in diverse realtà del salernitano sono da approfondire. Attendiamo quindi la valutazione definitiva di tutti i risultati per verificare con esattezza l’esito del voto la cui tendenza darebbe in questo momento in vantaggio Vincenzo De Luca».

00.43 Secondo Il Mattino la vittoria di De Luca sarebbe di circa 10.000 voti. 73.000 i voti per l’ex sindaco di Salermo, circa 63.000 quelli di Cozzolino.

La vittoria di De Luca – che non è ancora ufficiale – viene comunque sostanzialmente accolta come un dato di fatto. Anche se i dati ufficiali scarseggiano.

00.20 De Luca parla da vincitore: «È stata una sfida eroica, sarà una rivoluzione democratica. È stato un voto libero. Si apre una fase di unità e concretezza dei programmi. Non sarà una passeggiata, ma sono fiducioso».

 

Primaire campania

 

00.10 Vincenzo De Luca nella sede del Pd regionale. Come annunciato è arrivato a Napoli.

 

de luca

 

00.00 Lo Staff di De Luca annuncia che l’ex sindaco di Salerno è in vantaggio. Secondo i dati resi noti dallo staff dello stesso De Luca, quando sono stati scrutinate 71.742 schede su circa 156.000 votanti, De Luca raccoglie il 64% delle preferenze con 45.680 voti; Cozzolino si ferma al 35% (24.756 voti) e Marco Di Lello al 2% (1.306 voti).

23.54 Youtrend chiama la vittoria di Vincenzo De Luca alle Primarie Campania.

23.45 Mentre De Luca sta arrivando a Napoli dopo esser stato accolto dai suoi sostenitori a Salermo come un vincitore, le fonti ufficiali tacciono. Nessuno commento dai candidati, e nemmeno dal Partito sono arrivate conferme ufficiali.

23.23 L’ufficio stampa delle primarie di Vincenzo De Luca ci ha confermato che «Vincenzo De Luca sarà alla sede regionale del PD a Napoli tra circa 40 minuti».

Questi i calcoli di Youtrend sulle Primarie Campania.

23.11 Si sta spargendo la voce che Vincenzo De Luca starebbe arrivando a Napoli.

23.06 Altro tweet sui risultati dal Corriere del Mezzogiorno.

23.03 Le facce al Comitato Cozzolino, ci racconta il nostro inviato Donato De Sena, si fanno scure. De Luca si è preso Napoli, e, insieme al plebiscito, atteso nel salernitano, va verso la vittoria.

Inizia a serpeggiare la voce di una vittoria di Vincenzo De Luca, ma tutte le bocche sono cucite.

22.56 De Luca può sorridere. Vince in alcuni quartieri di Napoli come Fuorigrotta e Pianura. In attesa di molti dati di Napoli e provincia (dati a rilento) l’ex sindaco di Salerno sembra avere al momento più chance di successo.

Continuano le buone notizie per De Luca. Questo un tweet di un risultato importante comunicato dal Corriere del Mezzogiorno.

22.50 Aumentano le possibilità di successo dell’ex sindaco di Salerno Vincenzo De Luca. Per lui successo in diversi quartieri napoletani, dove Cozzolino sperava di recuperare il gap del Salernitano. De Luca stravincerebbe a Salerno e vincerebbe in alcune aree del capoluogo di regione. Cozzolino avanti nell’area Nord di Napoli, come Scampia.

22.45 Non buone nuove per Cozzolino. Arrivano notizie di affermazioni di De Luca anche nel Napoletano. Al Vomero, ad esempio. Ma anche a Pianura.

22.35 Youtrend parla di plebiscito per Vincenzo de Luca a Salerno. Ma era prevedibile.

22.30 Per quanto concerne l’affluenza un dato deludente, inferiore ad altre zone della regione sarebbe quello di Napoli città. Questo dato può essere incoraggiante per l’ex sindaco di Salerno De Luca.

22.25 Comincia ad arrivare qualche dato da comuni grandi della provincia di Napoli. A Castellammare si sarebbe imposto Cozzolino con 1.400 voti contro i 550 di De Luca. Un buon segnale per Cozzolino che deve controbilanciare il probabile successo di De Luca a Salerno e provincia. Ancora incertezza, dunque, sul dato complessivo della Campania.

22.15  Alle primarie per la scelta del segretario regionale del Pd (vinte da Assunta Tartaglione) i votanti furono circa 120mila. È chiaro che le cifre delle proiezioni che circolano in queste ore indicano un successo dal punto di vista partecipazione. Nessun effetto sembra aver sortito l’appello al non voto di ieri di Roberto Saviano.

22.10 In attesa dei primi dati al comitato Cozzolino ci si distrae seguendo la diretta di Torino-Napoli

 

Primarie Campania pd
Comitato elettorale di Andrea Cozzolino

 

22.05 Si parla di 150mila votanti alle Primarie Campania del PD. Lo riferisce l’Ansa, che cita fonti “del pd campano”. L’affluenza alle primarie del centrosinistra in Campania, dove i seggi sono stati chiusi alle 21, secondo una prima stima dovrebbe sfondare quota 150.000 votanti. Lo si apprende da fonti qualificate del Pd campano. In particolare, i votanti suddivisi per provincia sarebbero stati circa 65.000 a Napoli, 50.000 a Salerno, 11.000 ad Avellino, 18.000 a Caserta e 12.000 a Benevento

22.00 Primarie Campania: Guerini, vice segretario del PD, le promuove: «Ottima affluenza, 40 mila nelle Marche e 160 mila in Campania, alle nostre primarie. È un segno importante della validità di questo strumento che qualcuno vorrebbe frettolosamente archiviare».«Ringrazio tutti i volontari del Pd – conclude Guerini – che hanno consentito questo risultato così significativo con il loro lavoro e la loro passione».

 

LEGGI ANCHE > TORINO-NAPOLI, LA DIRETTA

 

21.50 Primi parzialissimi dati tweettati dal Corriere del Mezzogiorno.

21.45 La proiezione dell’Agi (146mila votanti in tutta la Regione) indica 65mila elettori a Napoli e provincia e 50mila a Salerno e provincia.

21.40 Una proiezione sulla Campania ripresa dall’Agi indica 146mila votanti alle primarie alle ore 19. Si attendono dati ufficiali.

21.37 Alcune agenzie di stampa parlano di 25mila votanti alle primarie in Marche (1,5 milioni di abitanti) alle 19.30. Se un simile trend venisse confermato in Campania (5,8 milioni di abitanti) verrebbero superati i 120mila votanti (in linea con quanto si vocifera dalle parti del comitato di Cozzolino). Nel corso della campagna elettorale Cozzolino aveva stimato un dato superiore ai 150mila elettori. Probabilmente ha pesato sul dato inferiore alle aspettative il continuo rinvio del voto e la data incerta. C’è stato poco tempo per la chiamata alle urne degli elettori di centrosinistra.

21.11 Comitato elettorale di Andrea Cozzolino. Iniziano a circolare stime dell’affluenza complessivi più precise. Si parla di 120mila – 130mila votanti. Si parla (in sala stampa) di testa a testa con De Luca, come previsto alla vigilia. La sensazione (in sala stampa) è che il divario non sarà ampio.

21.00 Nel comitato di Andrea Cozzolino ancora quiete prima dell’arrivo di dati. La sala stampa ancora poche presenze. Non preoccupano i dati dell’affluenza. Il Pd campano ha parlato di 75mila votanti alle ore 17 con 28mila votanti a Napoli e provincia e 25mila a Salerno. Considerando la forza di Vincenzo De Luca su Salerno questo dovrebbe preoccupare Cozzolino. Ma lo staff è molto fiducioso e dice che i numeri non sono attendibili. I dati sarebbero diversi da quelli diffusi dal partito. Si prevede di sforare ampiamente quota 100mila votanti.

Ore 21.00 I seggi sono chiusi. Alle 17 – secondo quando detto dal Pd Campani alle 17.00 avrebbero votato circa 75mila elettori democratici.

Dopo una campagna elettorale durata circa quattro mesi in Campania si è votato oggi per la scelta del candidato del centrosinistra alle Regionali del prossimo maggio che sfiderà il governatore uscente di centrodestra Stefano Caldoro. In corsa alle primarie sono due candidati del Pd, l’eurodeputato Andrea Cozzolino e l’ex sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, ed uno del Psi, il deputato Marco Di Lello.

 

Elezioni primarie del Partito Democratico(Foto di Marco Cantile da archivio LaPresse)

 

PRIMARIE CAMPANIA, 4 RINVII DEL VOTO – Il voto arriva a termine di un periodo di aspro confronto all’interno della coalizione e, in particolare, del partito di Matteo Renzi. La data delle primarie, inizialmente fissata al 14 dicembre, è infatti slittata ben quaattro volte, e due candidati hanno rinunciato alla loro corsa a pochi giorni dal voto (Gennaro Migliore, deputato Pd ed ex capogruppo di Sel alla Camera, e Aniello Di Nardo, segretario regionale campano dell’Idv). Ma non solo.

PRIMARIE CAMPANIA, RISCHIO BROGLI – Sulle primarie del centrosinistra in Campania aleggia il pericolo di inquinamento del voto, dopo il caos del 2011 a Napoli (quando il voto fu insabbiato per il sospetto di brogli compiuti in favore di Cozzolino, oggi di nuovo in campo). Ieri lo scrittore Roberto Saviano con un video postato su Facebook ha addirittura invitato gli elettori del centrosinistra a non recarsi alle urne perché, ha detto, «i candidati sono espressione della politica del passato» e «queste elezioni saranno determinate da voti di scambio». Un appello che è stato nettamente respinto sia dagli organi di partito, nazionali e regionali, che dai candidati. Renzi ha inviato dei funzionari per controllare le operazioni di voto nei seggi considerati più a rischio, mentre Cozzolino, preso di mira per il sospetto di brogli nel 2011, si è detto in grado di poter smentire con le scelte che effettuerà una volta eletto presidente di Regione.

 

Elezioni primarie del Partito Democratico(Foto di Marco Cantile da archivio LaPresse)

 

PRIMARIE CAMPANIA, PRONISTICO INCERTO – Per quanto riguarda i favoriti, le ultime voci parlano di un testa a testa tra i due candidati del Pd e di un consenso basso per il socialista Di Lello. Sia Cozzolino che De Luca hanno battuto a tappeto ognuna delle cinque province campane con più di 200 incontri in oltre 150 comuni.

 

primarie campania de luca cozzolino(A sinistra Vincenzo De Luca. A destra Andrea Cozzolino. Foto: Giornalettismo)

 

LEGGI ANCHE:
Primarie Campania, Cozzolino risponde a Saviano (VIDEO)
Primarie Campania, le ultime voci dagli staff di Cozzolino e De Luca
Primarie Campania, De Luca: «A Napoli qualcuno ha paura»

 

PRIMARIE CAMPANIA, 75MILA VOTANTI ALLE ORE 17 – Il Pd campano ha riferito che alle ore 17 hanno votato alle primarie del centrosinistra 75mila cittadini (28mila a Napoli e provincia, 25mila a Salerno, 9mila a Caserta, 7.500 a Benevento e 6mila ad Avellino). Per quanto concerne la regolairtà delle operazioni di voto non sarebbero stati riscontrati intoppi, ad eccezione di alcuni disagi nel Salernitano, con qualche diverbio tra qualche votante e i presidenti di seggio (come accaduto a Pontecagnano). Ad Eboli un caso particolare: due dei quattro seggi non sarebbero stati aperti (uno per inagibilità del locale ed un altro per mancanza di rappresentanti di seggio). Ritardi sono stati registrati invece ad Atena Lucana.

 

Elezioni primarie del Partito Democratico(Foto di Marco Cantile da archivio LaPresse)

 

PRIMARIE CAMPANIA, 606 SEGGI E CIRCA 3600 VOLONTARI – Il Pd ha allestito complessivamente 606 seggi e mobilitato circa 3.600 volontari. Il voto dalle 8 alle 21. Alla chiusura dei seggi le urne sigillate con le schede cominceranno ad affluire verso le Terme di Agnano, a Napoli, dove avverrà lo spoglio. Il voto è gratuito per gli iscritti ai partiti della coalizione di centrosinistra, mentre tutti gli altri elettori dovranno versare due euro.

(Foto di copertina di Marco Cantile da archivio LaPresse)