|

Roma-Feyenoord: I tifosi olandesi devastano Roma

Altissima tensione nella Capitale in vista di Roma-Feyenoord di questa sera: dopo i disordini di ieri sera a Campo de’ Fiori, un gruppo di tifosi della squadra olandese ha letteralmente messo a ferro e fuoco la centralissima Piazza di Spagna, per poi spostarsi nelle vie attigue.

22.55 – I tifosi del Feyenoord hanno lasciato lo stadio Olimpico, circa un’ora dopo i sostenitori della Roma. I tifosi sono saliti sui 70 mezzi messi a disposizione dell’Atac e sono diretti alla stazione Termini. Altri invece sono partiti in autobus verso Rotterdam. Infine sono molti quelli accompagnati a Fiumicino. All’esterno dello stadio non si sono registrati disordini. Il deflusso dei tifosi olandesi si è concluso senza alcun problema grazie anche al grande spiegamento di forze dell’ordine presenti nelle aree adiacenti lo Stadio Olimpico.

22.04 – I tifosi del Feyenoord hanno danneggiato tra le altre cose anche alcuni mezzi dell’Atac. Lo dimostrano queste fotografie scattate a bordo dei diversi autobus in zona Stadio Olimpico. Peraltro è accaduto che vari gruppi di supporters olandesi si siano scontrati tra di loro, anche a bordo dei mezzi Atac, a riprova di quanto fosse confusa la situazione a Roma oggi pomeriggio (Photocredit Giordano Giusti – Giornalettismo)

 

 

21.54 – Il Ministro dell’Interno Angelino Alfano e il sindaco di Roma Ignazio Marino si sono sentiti telefonicamente per parlare di quanto accaduto oggi in piazza di Spagna. Secondo quanto si apprende, i due hanno concordato di incontrarsi domani.

21.52 – La Questura di Roma ha diffuso una nota in cui si specifica come negli ultimi due mesi la polizia olandese abbia inviato agli omologhi italiani «15 rapporti dall’Ufficio della polizia olandese specificamente dedicato, come in tutti i paesi europei, per lo scambio di informazioni e l’omologo Ufficio italiano, che hanno delineato un quadro informativo di rischio significativo, sebbene le notizie degli olandesi parlassero solo di poche centinaia di tifosi pericolosi, tra gli oltre 5000 sostenitori definiti ufficiali, in quanto in possesso di fidelity card. Analoga attività di raccolta di informazioni – spiega ancora la Questura – e’ stata condotta, interessando altri Paesi europei ove si erano disputati incontri internazionali con la presenza di tifosi olandesi, quali Spagna, Repubblica Ceca, Belgio, Croazia e Germania».

21.47 – La Questura di Roma ha fatto sapere che sono stati arrestati 28 tifosi del Feyenoord. Cinque tifosi sono rimasti contusi mentre gli agenti feriti sono 13. Di questi, tre sono stati investiti dallo scoppio di petardi. Registrati anche danni all’arredo urbano, ai mezzi della Polizia ed a varie auto in sosta.

21.32: La guerriglia di oggi pomeriggio ha creato gravi disagi in tutta Roma. La città Eterna è andata letteralmente in tilt nel quadrante intorno allo stadio Olimpico con molti tifosi rimasti bloccati e quindi impossibilitati ad accedere all’impianto. Anche nei minuti finali dell’incontro le strade attorno all’Olimpico risultavano paralizzate. Nelle immagini le strade del quartiere Prati e del MuroTorto (in particolare Piazzale Flaminio) dove le automobili camminavano a passo d’uomo. (Andrea Corti / Alanews)
  21.32: I cinquemila tifosi del Feyenoord sono ancora chiusi all’Olimpico. I tifosi usciranno alle 22 e verranno accompagnati ai pullman nei parcheggi. Quattro veicoli andranno direttamente a Rotterdam, gli altri si dirigeranno a Fiumicino. 21.27: Matteo Renzi intervistato da Nicola Porro a Virus su Raidue, commenta gli scontri di oggi con i tifosi del Feyenoord: «Noi non andiamo all’estero a distruggere città. Ho apprezzato le parole dell’ambasciatore ma non quelle della società, che deve solo chiedere scusa, non so come si dice in olandese. Questi sono barbari, non trovo altre parole. Aggiungo che in tutte le sedi ed in tutte le realtà del calcio europeo faremo notare come non sia concepibile che si possa sfasciare i luoghi della cultura tenendo in scacco la città. Si devono rimandare a casa gli olandesi e processare i colpevoli. Domani verificheremo se si sono stati errori da parte nostra ma ricordiamo che è tutta colpa dei barbari. Abbiamo fermato 23 persone condannando i primi 10 per direttissima tra gli arresti di ieri. Volevo poi ringraziare i 1380 esponenti delle forze dell’ordine impegnate tra ieri e oggi». 20.45: La partita Roma-Feyenoord sta terminando. Ora bisognerà controllare il deflusso. Intanto momenti di tensione si sono registrati anche a Vila Borghese, come dimostra il video dell’agenzia Alanews.19.40: Ora è il turno del Sindaco Marino, che attacca Questura e prefettura, dai microfoni di Skytg24: «Questa mattina Prefettura e Questura avevano assicurato al Campidoglio che tutto era sotto controllo. Abbiamo visto cosa è successo poche ore dopo. Io credo che in questo momento dobbiamo invitare i tifosi romani a dimostrare che siamo diversi da questi barbari, ma domani poi bisogna fare un bilancio e capire chi ha la responsabilità della sicurezza nella Capitale d’Italia e come intende gestirla in futuro». 19.27: Continua anche il rimbalzarsi delle responsabilità per quanto accaduto. Ora è il turno dell’assessore alla Mobilità Improta, che parla di “assenza dello stato” oggi a Roma. Ecco la sua nota diffusa alle agenzie: «Strade del centro storico e stazioni delle metro ridotte a latrine a cielo aperto, decine di motocicli rovesciati in terra lungo i percorsi seguiti dai tifosi, cittadini costretti a rifugiarsi nei negozi e nei portoni, Lungotevere paralizzato, mezzi dell’Atac danneggiati: domani si dirà che è tutta colpa della nostra Amministrazione o finalmente emergeranno le responsabilità di chi ogni giorno deve garantire la sicurezza, il contrasto alla violenza e alla criminalità e il rispetto delle regole di convivenza civile? Purtroppo quello che emerge è che oggi lo Stato, che doveva garantire l’ordine pubblico, a Roma era assente» 19.22 Intanto la polemica sugli incidenti della partita arrivano in Parlamento: «Abbiamo depositato la ennesima mozione di sfiducia su Alfano»: ad annunciarlo nell’Aula della Camera Alessandro Di Battista di M5S riferendosi agli incidenti con gli hooligans al centro di Roma.

 

LEGGI ANCHE: ROMA-FEYENOORD | Diretta Live | Europa League

 

19.00 ROMA-FEYENOORD, AL VIA LA PARTITA ALLO STADIO OLIMPICO –

Come previsto, alle 19.00 s è dato il calcio di inizio di Roma-Feyenoord. Nel frattempo Marino torna a twittare:

18.58 ROMA-FEYENOORD, SI TEMONO DANNI ANCHE A TRINITÀ DEI MONTI –

Parla Giovanna Marinelli, assessore alla Cultura del Comune di Roma: «Verifiche andranno fatte anche per la scalinata di Trinità dei Monti e per l’intera piazza. Il nostro patrimonio e la nostra cultura sono stati oggi profondamente offesi». L’assessore ha espresso anche «profondo sdegno per quanto avvenuto oggi pomeriggio a piazza di Spagna e per l’oltraggio che alcuni nostri monumenti, come la Barcaccia, simbolo storico di questa città, hanno subito: stiamo verificando con la sovrintendenza capitolina i danni arrecati dai tifosi olandesi e da una prima analisi risulta danneggiato il candelabro centrale della Barcaccia, restaurata e inaugurata lo scorso settembre».

 

Roma, la Fontana della Barcaccia devastata dai  tifosi del Fayenoord

18.40 ROMA-FEYENOORD, PARLA IL PORTAVOCE DELL’AMBASCIATA OLANDESE –

Aart Heering, portavoce dell’ambasciata olandese a Roma, ha commentato i danni inferti alla fontana della Barcaccia dai tifosi del Feyenoord: «Qualche bottiglia è arrivata sul margine, si è staccata solo qualche scheggia». Il portavoce ha commentato che si tratta di una «vergogna» e ha dichiarato: «Io sto con la polizia».

 

Foto: Vincenzo Livieri - LaPresse
Foto: Vincenzo Livieri – LaPresse

 

18.37 ROMA-FEYENOORD, LE REAZIONI DELLA POLITICA-

Nel frattempo monta la polemica: il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini chiede «punizioni esemplari» per i tifosi che hanno compiuto tale scempio (undici tifosi sono già stati condannati ieri per gli scontri a Campo de’Fiori), mentre Matteo Salvini chiede le dimissioni del ministro Alfano e del Prefetto di Roma. Gasparri, invece, chiede le dimissioni di Marino e della sua Giunta, mentre il vicesindaco di Roma, Luigi Nieri, esorta Alfano ad «occuparsi di sicurezza e non delle unioni civili»: «Se solo Angelino Alfano si concentrasse sulla prevenzione dei crimini, sulla sicurezza urbana e sulla gestione dell’ordine pubblico nelle nostre citta’ non sarebbe meglio? Se Alfano svolgesse i compiti del Ministro dell’Interno, insomma, non renderebbe un servizio migliore al Paese?».

 

Foto: Vincenzo Livieri - LaPresse
Foto: Vincenzo Livieri – LaPresse

 

18.20 ROMA-FEYENOORD, LE PROTESTE DEL CLUB OLANDESE –

Mentre nella Capitale e nel resto del paese esplode la polemica, la squadra olandese del Feyenoord di scaglia contro le autorità italiane: «Il club è spiacevolmente sorpreso del cambio di programma unilaterale fatto dalla polizia di Roma sulle disposizioni che riguardano i nostri sostenitori» – si legge in una nota pubblicata ieri sera sul sito del club di Rotterdam, che lamenta la decisione della polizia di aver fatto convogliare i tifosi presso un punto di scambio per i bus navetta nei pressi dello stadio, piuttosto che all’interno dell’impianto stesso, come era stabilito in precedenza. «La comunicazione della polizia è stata particolarmente inaspettata – si legge ancora sul sito del Feyenoord – visto che il Feyenoord ha preparato con cura la trasferta per questa gara dai primi di gennaio e gli accordi presi con l’AS Roma e la polizia sono stati confermati per iscritto».

18.11 ROMA-FEYENOORD, L’AMBASCIATORE OLANDESE A ROMA: «SIAMO DISPIACIUTI» –

L’ambasciatore olandese a Roma, Michiel Den Hond, si è recato allo stadio, come era stato preannunciato, per assistere alla partita di Europa League Roma-Feyenoord, preceduta da violenti scontri e incidenti tra i tifosi olandesi e la polizia. All’ambasciata si dicono «molto dispiaciuti» per le violenze di ieri sera e di questo pomeriggio. Nel frattempo su Twitter si commentano i fatti con toni di disappunto:

18.05 ROMA-FEYENOORD, LA SITUAZIONE ALLO STADIO OLIMPICO –

Mentre nel centro storico di Roma continuano i disordini, la situazione nei pressi dello Stadio Olimpico, dove tra pochi munuti Roma-Feyenoord, sembra essere tranquilla:

18.00 ROMA-FEYENOORD, DIECI AGENTI FERITI –

Sale, intanto, il bilancio dei feriti negli scontri a Piazza di Spagna tra polizia e tifosi del Feyenoord: secondo quanto riporta l’ANSA sarebbero una decina le persone medicate dal 118. Fonti di polizia, invece, parlano di dieci agenti feriti e tre tifosi.

 

Foto: Vincenzo Livieri - LaPresse
Foto: Vincenzo Livieri – LaPresse

 

17.54 ROMA-FEYENOORD, LA FONTANA DELLA BARCACCIA È DANNEGGIATA –

La Fontana della Barcaccia del Bernini, presa d’assalto un paio d’ore fa dai tifosi del Feyenoord, ha subito dei danni. Lo conferma all’Agi una fonte della sovrintendenza capitolina «sulla base dei primissimi accertamenti eseguiti dai tecnici» accorsi in piazza di Spagna dove si trova la fontana. La fonte precisa che ad essere stato danneggiato è stato il candelabro centrale. Sul posto sta arrivando anche il sovrintendente, Claudio Parisi Presicce per constatare di persona l’entità del danno.

 

Foto: Vincenzo Livieri - LaPresse
Foto: Vincenzo Livieri – LaPresse

 

17.45 ROMA-FEYENOORD, «ROMA PRETENDE UN RISARCIMENTO» –

«Roma pretende un risarcimento. Chiediamo che gli autori di questo ignobile scempio vengano individuati, arrestati, immediatamente processati e prima del rimpatrio siano costretti a risarcire in toto i danni provocati ai beni e al patrimonio pubblico – scrivono i capigruppo della maggioranza in Campidoglio Fabrizio Panecaldo, Luca Giansanti Gianluca Peciola e Massimo Caprari – La Barcaccia di piazza di Spagna, uno dei simboli di Roma, patrimonio dell’umanità, non può essere lasciata in balia e deturpata da un orda di centinaia di teppisti ubriachi travestiti da tifosi di calcio. Stanno facendo il giro del mondo le foto dell’immondo stato in cui è stata ridotta la fontana che era recentemente tornata al suo antico splendore e restituita alla città il 22 settembre 2014 dopo un restauro durato un anno e un costo di 200 mila euro».

 

Foto: Vincenzo Livieri - LaPresse
Foto: Vincenzo Livieri – LaPresse

 

17.41 ROMA-FEYENOORD, ZINGARETTI: «OPERA DI INCIVILI» –

Anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha commentato i fatti delle ultime ore descrivendolo come «uno sfregio a Roma»:

17.37 ROMA-FEYENOORD, MARINO: «VERGOGNOSO E INTOLLERABILE» –

Dopo aver annunciato su Twitter di essersi messo in contatto con l’ambasciatore olandese a Roma, il sindaco Marino torna a parlare su Facebook:

Quanto sta accadendo in queste ore a Roma è vergognoso e intollerabile. La nostra Capitale e i suoi cittadini non possono diventare ostaggio di teppisti. Intendo fare tutto ciò che è in mio potere per far sì che i responsabili ne rispondano. Per questa ragione ho protestato e chiesto spiegazioni a chi ha la responsabilità dell’ordine pubblico in questa città. Ho cercato di contattare il ministro degli Interni e ho espresso all’ambasciata olandese il mio più duro disappunto per quanto accaduto, soprattutto per il modo in cui è stato gestito l’arrivo in città di migliaia di tifosi tra cui, evidentemente, molti violenti. Una gestione che ha provocato un tale allarme e gravi danni, da far prefigurare precise responsabilità.

Facebook/ Ignazio Marino
Facebook/ Ignazio Marino

17.28 ROMA-FEYENOORD, I VIDEO DEGLI SCONTRI –

Tra le persone che erano presenti in Piazza di Spagna all’arrivo dei tifosi del Feyenoord c’era anche qualcuno che ha girato un video con il proprio cellulare: nel filmato si vedono i tifosi brandire i fumogeni, intonando inni da stadio:

 

17.00 ROMA-FEYENOORD, IL SINDACO MARINO: «NON FINISCE QUI» –

Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha preso la parola su Twitter per commentare l’accaduto, riferendo di essere in contatto con le autorità e con l’ambasciatore olandese a Roma per far luce sulla questione:

Roma devastata e ferita. In contatto con Prefetto, Questore e Ambasciatore d’Olanda. Non finisce qui #RomaFeyenoord

16.30 ROMA-FEYENOORD: PIAZZA DI SPAGNA DEVASTATA –

Dopo il passaggio dei tifosi, la piazza appena sotto la chiesa della Trinità dei Monti sembrava un campo di battaglia: bottiglie rotte, fumogeni, buste, bicchieri di plastica. La fontana della Barcaccia, capolavoro del Bernini, è stata riempita di ogni genere di immondizia, e coperta dal fumo dei fumogeni e dalle bandiere del Feyenoord.

 

Foto: Vincenzo Livieri - LaPresse
Foto: Vincenzo Livieri – LaPresse
Foto: Vincenzo Livieri - LaPresse
Foto: Vincenzo Livieri – LaPresse
Roma, la Fontana della Barcaccia devastata dai  tifosi del Fayenoord
Foto: Vincenzo Livieri – LaPresse

 

LEGGI ANCHE: Roma-Feyenoord, tifosi olandesi devastano Campo de’ Fiori

 

ROMA-FEYENOORD: CI SONO FERITI –

Alcuni motorini sono stati danneggiati e scaraventati in terra. Secondo quanto riporta l’ANSA, durante i tafferugli alcuni agenti sono rimasti feriti, mentre diversi tifosi sono stati fermati. Poco dopo gli hooligans si sarebbero spostati nell’attigua via Sebastianello, dove sono proseguiti gli scontri con le forze dell’ordine.

ROMA-FEYENOORD: «È STATA UNA GUERRIGLIA» –

Durante i momenti di maggio tensione, quando la polizia ha caricato gli hooligan del Feyenoord, molti negozi sono stati costretti a chiudere. «Abbiamo paura – ha detto un negoziante – È stata una guerriglia, qui manca la sicurezza».

 

(Photocredit copertina: Vincenzo Liveri – La Presse)