|

Presadiretta su la buona scuola: su Twitter esplode la rabbia dei renziani

Sul web è scattata la rabbia dei parlamentari del Pd ed anche del presidente del Consiglio Matteo Renzi dopo l’inchiesta del programma di Raitre Presadiretta sulle emergenze della scuola italiana. Per i renziani quella andata in onda è stata una puntata a senso unico che dà un’immagine impietosa dell’istruzione nel nostro Paese senza tener conto degli sforzi del governo in carica. Presadiretta, in particolare ha raccontato di mozioni dei collegi ignorate dal Ministro, di famiglie costrette a pagare per ricevere servizi essenziali, di privati che decidono la didattica finanziando progetti, ma anche di problemi legati alla sicurezza degli edifici e il sovraffollamento delle aule.

 

LEGGI ANCHE: La Buona Scuola di Matteo Renzi: precari assunti in prova

 

SCUOLA A PRESADIRETTA, PIOGGIA DI TWEET DA PD E GOVERNO – La risposta di deputati e senatori del Partito Democratico non si è fatta attendere. A postare sui social network duri commenti sono stati i senatori Andrea Marcucci e Francesca Puglisi, dallo scorso settembre responsabile nazionale Pd per la Scuola, l’Università e la Ricerca, e i deputati Davide Faraone, sottosegretario all’Istruzione, Andrea Romano, e, infine, Simona Malpezzi e Anna Ascani, due componenti alla Camera della VII Commissione Cultura, Scienze ed Istruzione. Ma una risposta è arrivata anche direttamente dall’account del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, Capo di Gabinetto del Miur Alessandro Fusacchia e dal Capo Segreteria Tecnica del Miur Francesco Luccisano. Alcuni messaggi sono stati poi rilanciati su Twitter dall’account di Renzi.

 

(Foto di copertina di repertorio di Cosima Scavolini da archivio LaPresse)