Sabatini: «Garcia resterà alla Roma fino a quando vincerà lo Scudetto»
|

Sabatini: «Garcia resterà alla Roma fino a quando vincerà lo Scudetto»

Walter Sabatini conferma Rudi Garcia sulla panchina della Roma, e non solo per questa stagione: «Garcia ha ricevuto proposte che si possono definire irrinunciabili, ma intende onorare il suo contratto. Non andrà via da Roma fino a quando non avrà vinto lo scudetto». Queste le parole del direttore sportivo della Roma il giorno dopo l’eliminazione dei giallorossi dalla Coppa Italia per mano della Fiorentina.

Sabatini: «Garcia resterà alla Roma fino a quando vincerà lo Scudetto»
(Lapresse)

SABATINI E GARCIA RESTANO A ROMA –

Il contratto tra la Roma e Rudi Garcia scadrà nel giugno 2018 e tra i nomi di squadre interessate al tecnico francese ci sono Paris Saint Germain e Barcellona. Sabatini ha colto l’occasione anche per smentire le voci che lo vorrebbero via dalla Roma prima della scadenza del suo contratto: «Io via prima della scadenza del contratto? Non ci penso nemmeno, qui voglio fare qualcosa di importante. La Roma è il mio tumulto quotidiano, finché ce la faccio non mi muovo. Anche Rudi Garcia vuole stare qui, è un grande allenatore, quello che serve per la Roma».

LEGGI ANCHE: Che cosa è successo all’As Roma?

«CREDIAMO AL PRIMO POSTO IN CAMPIONATO» –

Sabatini ha fatto capire a chiare lettere che la società crede ancora fermamente alla vittoria del Campionato, e non solo: «Crediamo ancora nel primo posto in campionato e ora che siamo usciti dalla Coppa Italia ci tuffiamo subito nell’idea di poter vincere l’Europa League». Sabatini si è poi difeso dall’accusa di essersi mosso in ritardo sul mercato. «Le operazioni si concretizzano quando tutte le parti sono d’accordo, il ritardo è dovuto a questo. Siamo vittime di una congiunzione astrale molto molto negativa, e lo dimostra il fatto che Ibarbo come è arrivato già si è fermato. Lo abbiamo presentato con una contrattura al polpaccio e questa è una cosa risibile, quasi comica e imbarazzate per noi».

«DESTRO? SE TORNA SAREMO FELICI, SE NO AVREMO SOLDI DA INVESTIRE» –

Il Ds giallorosso ha poi espresso un giudizio positivo sul mercato della Roma, parlando anche di Mattia Destro, aprendo ad una sua futura cessione: «Sono soddisfatto, abbiamo centrato gli obiettivi prefissi, preso giocatori forti e fatto scelte strategiche. Abbiamo sacrificato Destro perché era a disagio qui, era insoddisfatto e noi dobbiamo poter confidare nella forza e nell’impegno dei giocatori. Potrebbe tornare come restare al Milan, la situazione è transitoria. Se tornerà ne saremo orgogliosi, altrimenti avremo fondi da investire e so già chi prendere al suo posto. E comunque lo abbiamo sostituito con un giocatore estremamente prolifico, ovvero Doumbia, i cui numeri sono quasi imbarazzanti».

 

«TORNARE ALLA ROMA PRE-BAYERN MONACO» –

Sabatini indica, per finire, la strada da seguire, chiamando la Roma a tornare la squadra vista prima della sconfitta in casa contro il Bayern Monaco. «Ci sono situazioni che non funzionano in questo momento. Dobbiamo minimizzarne i tempi e tornare ad essere quelli che eravamo prima del pesante ko col Bayern Monaco all’Olimpico. Quella partita in casa ci ha dato disagio: per dei piccoli episodi qualcosina nella squadra si è perso. Dobbiamo ritrovare la stima generale per poter tornare sui nostri passi e per essere la Roma che tremare il mondo fa. Crediamo ancora allo scudetto, per farlo però dovremo difendere la seconda posizione in classifica. La Roma tornerà a essere competitiva e forte».

(Photocredit copertina Alfredo Falcone – LaPresse)