L’Economist l’aveva detto

10/11/2011 - di

Il settimanale economico più autorevole del mondo, direttamente dalla City di Londra, ripercorre la sua personale battaglia contro Silvio Berlusconi: in effetti, dall’Inghilterra fin dal 2001 ci dicono che Berlusconi era “inadatto a guidare l’Italia”.

“Per i noti problemi” che già nel 2001 rendevano sconsigliabile l’elezione di Silvio Berlusconi, l’Economist pubblicò la sua famosa copertina. Nel 2003 l’Economist inviò a Silvio “una lettera aperta” contenente “un dossier di misfatti e domande senza risposta”. Nel 2006 – con il famoso “Basta” – l’Economist disse agli italiani di mandare a casa Silvio “per il suo conflitto di interessi e per gli scarsi risultati al potere. “Mamma mia, here we go again” nel 2008 annunciava una nuova vittoria dell’uomo di Arcore, e nel giugno di quest’anno, i risultati: “L’uomo che ha fottuto un intero paese”. L’era di Berlusconi, dice l’Economist, è senza ritorno.

3 Commenti

  1. Raffaele scrive:

    A mio avviso, è la nostra classe politica che non è in grado di portare avanti una NAZIONE come l ‘ ITALIA, inoltre una sola persona contro cento, rimane al punto di partenza…………, i problemi ci sono e rimarranno tali ……. ( l’unione fa la forza )

  2. Raimondo Taibi scrive:

    L’era di Berlusconi, dice l’Economist, è senza ritorno. Io dico, da abitante di Londra con la voglia di tornare a casa mia “I hope so”

  3. luky scrive:

    sono d’ accordo la nostra classe politica non è in grado di risollevare al momento la situazione. una mia amica si augura caldamente che i suoi figli vadano all’ estero a lavorare. qui la situazione è veramente insostenibile. cmq anche se ora il caro e amato silvio se ne va, il vuoto che lascia è così grande da lasciare tutti sbigottiti! ora che ha messo i suoi scagnozzi in posti chiave può anche andar via, poiché sarà sempre lui a governare ma questa volta lo fa da dietro le quinte e se un domani anche loro dovessero fallire potrà sempre dire : ma io che centro, non ero mica al governo! infatti in questi ultimi giorni gli è scappata una frase che mi ha lasciata a dir poco sgomenta : ora che vado via, da privato cittadino sono più forte di prima! pensate, ragazzi, e analizzate bene questa frase. quando lui dice qualcosa c’ è veramente da aver paura. stamattina nell’ ascoltare omnibus mi sono resa conto che di quest’ uomo non ce ne libereremo mai : dimissioni o non dimissioni! sinceramente non so se è peggio averlo al governo o farlo lavorare da dietro le quinte da pubblico cittadino! da adamo ed eva ad oggi penso che non ci siano stati uomini catastrofici come lui, non so a chi paragonarlo! persino nerone, hitler e mussolini si offenderebbero ad essere paragonati a lui.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

good morning italia

Banzai diventa partner industriale di Good Morning Italia

0:40 Good Morning Italia, il servizio italiano di informazione essenziale che offre uno sguardo panoramico sul mondo ogni mattina, è uscito dalla fase beta diventando un’impresa e comunicando un accordo di partnership con Banzai Media, che è entrata nel capitale della società CONTINUA

ITALY-CINEMA-FESTIVAL-MOSTRA

Venezia 71: il pagellone al giro di boa

19:50 Da Elio Germano ad Alba Rohrwacher, dalla vita impossibile al Lido al cinema francese. E' passato quasi metà del Festival di Venezia numero 71 e si possono dare i primi voti alla Mostra CONTINUA