|

“L’autoerotismo è da gay”

Un pastore fondamentalista se la prende con gli etero che si soddisfano sessualmente da soli

Negli Stati Uniti le prediche anti omosessuali dei pastori evangelici sono abbastanza abituali, ma talvolta esse assumono contorni davvero surreali. Uno dei più noti predicatori evangelici, Mark Driskoll, capace di attirare alle sue funzioni oltre 7 mila fedeli e di spopolare su iTunes con le sue prediche, ha sostenuto recentemente che la masturbazione è da gay. L’autoerotismo non avrebbe alcun senso se praticato dagli etero: il pastore probabilmente ignora l’attività delle sue giovani pecorelle che si guardano RedTube o PornHub.

MASTURBAZIONE OMOSESSUALE – Mark Driscoll, come riportato dal blog Dangerous Minds, ha spiegato con queste parole l’autoerotismo, in un contributo intitolato “Il Cristiano ancora pornografo: una sincera discussione per gli uomini di Dio sul porno e sulla masturbazione ”

La masturbazione può essere una forma di omosessualità perché è un atto sessuale che non prevede le donne. Se un uomo si masturba mentre sta facendo sesso o è in intimità con sua moglie allora non è sulla via dell’omosessualità. Ma se un uomo fa queste cose senza la moglie nella stanza è al limite dell’attività omosessuale, soprattutto se mentre si masturba si guarda allo specchio e indugia sul suo corpo maschile.

PASTORE STAR – Mark Driskoll è in realtà un pastore evangelico molto noto negli Stati Uniti, quindi le sue tesi, per quanto possano apparire oggettivamente folli, vanno valutate con attenzione, per comprendere quale siano le discussioni nel mondo più religioso. Driskoll è attivo a Seattle, una città invero molto progressista, però è considerato da una rivista del settore, Preaching, uno dei 25 pastori più influenti degli ultimi 20 anni. Negli Usa la sua Chiesa e le sue prediche sono molto note, per quanto si può affermare con ragionevole sicurezza che molti suoi fedeli abbiano smentito, o smentiscano in queste settimane, le sue ultime considerazioni.