|

Il successo del Movimento 5 stelle spinge il bilancio della Casaleggio e Associati?

Dopo il primo anno in Parlamento del Movimento Cinque Stelle, l’unico che può veramente sorridere per quest’avventura è Gianroberto Casaleggio, insieme alla sua «Casaleggio e Associati». Almeno così dicono Dagospia e Il Giornale commentando alcune indiscrezioni del bilancio 2013, nel quale emergerebbe che i ricavi sono stati pari a oltre 2 milioni di euro, un risultato a dir poco positivo, visto il risultato del 2012, quando la società di consulenza detenuta per il 30 per cento dal «guru» pentastellato, per il 30 per cento dal figlio Davide, visto alla Camera ufficialmente per «installare le app» ai deputati e per il 20 per cento ciascuno da Luca Eleuteri e Mario Bucchich, incassò 1,3 milioni.

 

(Lapresse)
(Gianroberto Casaleggio – Lapresse)

 

LEGGI ANCHE: Grillo e Casaleggio: rivoluzione gattopardesca nella comunicazione del M5S

 

UN DIVIDENDO DA 245 MILA EURO – Questo risultato ha permesso ai quattro soci l’incasso di un notevole dividendo. Come riportato dal blog di Andrea Giacobino, ripreso da Il Giornale e da Dagospia, il profitto della Casaleggio e Associati è salito da 69 mila a oltre 255 mila euro. L’assemblea dei soci svoltasi qualche giorno fa, si aggiunge, ha deciso di distribuire un dividendo di 245 mila euro. Ad oggi, conclude il blog di Andrea Giacobino, Nello stato patrimoniale figurano crediti per 530mila euro, liquidità per 120mila euro e debiti per 376mila euro.

(Foto copertina: Marco Alpozzi / LaPresse)