|

Giulietto Chiesa: “Ho querelato Paolo Attivissimo perché mi perseguita”

Intervista al giornalista ed ex eurodeputato sulla disputa legale che ha intrapreso contro il giornalista antibufala

L’attività di Giulietto Chiesa è molteplice: giornalista, attivista politico, propalatore di teorie “alternative” sull’11 settembre che difficilmente hanno trovato un qualsivoglia riscontro. Da tempo Chiesa prosegue poi una nota polemica con i cosiddetti “debunkers”, che in moltissime occasioni hanno analizzato le affermazioni presenti nei suoi scritti mettendone a nudo le lacune. Uno dei più attenti critici di Chiesa è Paolo Attivissimo, giornalista informatico e cacciatore di bufale, che recentemente aveva analizzato i moltissimi errori presenti in un articolo ospitato sul sito di Chiesa e su Megachip nel quale si interpretavano scorrettamente dati e cifre presenti nel rapporto governativo del General Accounting Office, pubblicato dal senatore statunitense Sanders sul proprio sito. Chiesa affermava:

Le cifre dunque ci dicono che, tra il dicembre 2007 e il giugno 2010, senza che nessuno sapesse niente, cioè segretamente, la Federal Reserve ha tolto dal brago banche, corporations, governi sotto diverse latitudini e longitudini, dalla Francia alla Scozia, e chissà fin dove è arrivata la sua “beneficenza”, con la non modica cifra di 16 mila miliardi di dollari, cioè sedici trilioni di dollari. Tutto questo ben di Dio sarebbe stato collocato sotto la vocina di bilancio di un “programma onnicomprensivo di prestiti”. Ma nessuno, nemmeno il Congresso americano ne è stato informato. Di quei 16 trilioni non un dollaro è ritornato indietro. Eppure sono stati prestati – pensate o lettori ignari – a tasso zero, cioè gratis et amore dei. Per avere un’idea della cifra, se ancora non avete avuto il capogiro, basti pensare che il prodotto interno lordo annuale degli USA si aggira attorno a 14,2 trilioni e che il debito complessivo degli Stati Uniti viaggia sui 14,5 trilioni.

Attivissimo faceva notare tra l’altro che:

Le cifre citate da Giulietto Chiesa sono esatte. Ma manca un dettaglio fondamentale: la spiegazione di queste cifre, che è a pagina 130, appena prima della Tabella dello Scoop Fine-di-Mondo. Eccola:

Table 8 aggregates total dollar transaction amounts by adding the total dollar amount of all loans but does not adjust these amounts to reflect differences across programs in the term over which loans were outstanding. For example, an overnight PDCF loan of $10 billion that was renewed daily at the same level for 30 business days would result in an aggregate amount borrowed of $300 billion although the institution, in effect, borrowed only $10 billion over 30 days. In contrast, a TAF loan of $10 billion extended over a 1-month period would appear as $10 billion.

In altre parole, queste cifre enormi vengono fuori perché se una banca riceve in prestito per un giorno dieci miliardi e poi il prestito viene prorogato per 30 giorni, in questa tabella vengono conteggiati 300 miliardi. Ma il prestito effettivo è di dieci.

E nel finale dell’articolo pubblicato sul suo sito, Attivissimo scherzosamente affermava che:

“Giulietto Chiesa è un agente del Nuovo Ordine Mondiale, infiltratosi tra i ricercatori delle verità alternative per screditarli tramite il ridicolo, scrivendo stupidaggini epiche che scimmiottano le teorie complottiste, e per rubare loro la scena. È mandato dalle banche mondiali e dal Gruppo Bilderberg per ammantare di ridicolo chi ha obiezioni legittime alla gestione della finanza del pianeta”.